Home Attualità Tre ottobre, memoria e accoglienza.

Tre ottobre, memoria e accoglienza.

35

Italia – Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione. Oggi, infatti,  ricorre il quarto anniversario del naufragio avvenuto in prossimità di Lampedusa dove persero la vita 368 migranti. In ricordo di questa tragedia, è stata istituita, dal 2016, la Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione. In quest’occasione l’OIM si è unita ad altre organizzazioni internazionali e nazionali, alle autorità e alla società civile, nelle celebrazioni ufficiali legate alla giornata del 3 ottobre a Lampedusa.  L’UNHCR, ovvero l’Agenzia delle Nazioni Unite che si occupa dei Rifugiati, negli anni ha preso posizione a favore di questa iniziative ed ha salutato positivamente l’istituzione della Giornata della Memoria e dell’Accoglienza, approvandola ufficialmente nel marzo del 2016. Da allora il 3 ottobre di ogni anni si celebra la giornata dedicata alle persone che hanno perso la vita nel tentativo di migrare verso migliori condizioni di vita. Ma l’ UNHCR ricorda che questo drammatico evento non è stato l’unico di questi anni di forte immigrazione verso l’Europa e che sono ancora molte le vite spezzate nel tentativo di cercare un approdo per vivere decentemente. Secondo i calcoli dell’Alto commissario Onu per i rifugiati, dal 3 ottobre 2013 ad oggi sono stati oltre 22.000 i rifugiati e migranti morti o dispersi nel mar Mediterraneo.

Giorno della Memoria e dell’Accoglienza, istituita dall’UNHCR (Agenzia ONU per i Rifugiati), in modo da ricordare tutte le vittime dell’immigrazione e promuovere una campagna di sensibilizzazione sull’argomento.