Home Attualità Tra Poesie e Dialetti: Conquista il Cuore del Premio Letterario Piccoli Comuni...

Tra Poesie e Dialetti: Conquista il Cuore del Premio Letterario Piccoli Comuni d’Italia con le Tue Radici Linguistiche

98

Il Premio Letterario Nazionale Piccoli Comuni d’Italia “Tacconi-Filardi”, promosso dall’Anpci per l’anno 2023/2024, giunge alla sua terza edizione, ampliando le proprie sezioni e introducendo una novità significativa: la poesia in vernacolo. Il premio assume un ruolo di rilievo nel panorama letterario nazionale, come dimostrato dal successo delle opere premiate durante la Festa Nazionale dell’Anpci, tenutasi in provincia di Cuneo. La cerimonia di presentazione delle opere vincitrici, raccolte nel volume pubblicato a cura dell’Anpci, si è svolta nella prestigiosa Sala Nassirya del Senato della Repubblica, conferendo ulteriore autorevolezza al premio.

Il Premio Letterario, che ha appena approvato un’importante integrazione, conferma la sua centralità nel panorama culturale nazionale, proiettandosi verso una valorizzazione delle espressioni linguistiche locali. La novità introdotta consiste nell’aggiunta di una sezione dedicata alla poesia in vernacolo (Sezione VI), concepita per celebrare e promuovere la ricchezza delle tradizioni linguistiche locali.

Nella Sezione VI, i partecipanti sono incoraggiati a esplorare e presentare le proprie opere poetiche utilizzando il vernacolo della propria regione o comunità. La poesia in vernacolo diventa un veicolo unico per esprimere emozioni, storie e tradizioni locali attraverso linguaggi e dialetti che riflettono l’identità culturale profonda delle diverse comunità.

Le linee guida per la partecipazione a questa sezione includono la scrittura integrale in vernacolo con traduzione nella lingua italiana, l’incoraggiamento all’uso di espressioni locali, dialetti e modi di dire, e la libertà di trattare una vasta gamma di temi, dalla riflessione sulla cultura e sull’identità alle tradizioni locali e alle esperienze quotidiane.

La lunghezza delle poesie è libera, tuttavia si consiglia di mantenere una forma che valorizzi l’espressività e la forza del vernacolo utilizzato. La giuria valuterà la creatività, l’originalità e la profondità espressiva nelle opere in vernacolo.

I partecipanti interessati a contribuire a questa sezione hanno la possibilità di scegliere di partecipare esclusivamente alla Sezione VI o di presentare opere sia nella categoria generale, con varie sezioni comprese nel bando, che in quella specificamente dedicata alla poesia in vernacolo.