Home Attualità Tra Pini e Memorie Cinematografiche: La Sila Catanzarese e il Ritorno di...

Tra Pini e Memorie Cinematografiche: La Sila Catanzarese e il Ritorno di ‘Hey Joe”

155

Si inizia a esplorare la pittoresca Sila catanzarese. Nelle vicinanze di ciò che in passato fu il sontuoso albergo delle Fate di Villaggio Mancuso, rivivono le memorie di un breve periodo dell’industria cinematografica italiana, tra i maestosi pini e le pittoresche casette in legno di questo affascinante tratto di altipiano. Dopo numerosi anni, il luogo emerge come l’ambientazione naturale ideale per le narrazioni del grande cinema e dell’audiovisivo. Recentemente, le riprese del nuovo film di Claudio Giovannesi, intitolato “Hey Joe” e probabilmente ispirato al brano blues di Jimi Hendrix, sono state completate. Il protagonista è l’attore statunitense James Franco, affiancato da Giulia Ercolini, Francesco Di Napoli, Aniello Arena e Francesca Montuori. La fotografia è stata affidata a Daniele Ciprì. Oltre alle scene girate nella Sila, alcune sequenze, tra mare e montagne della Calabria, sono state registrate a Pizzo. “Hey Joe” è una produzione di Palomar con Rai Cinema e Vision Distribution, sostenuta dalla Calabria Film Commission. La trama si svolge nei primi anni ’70 tra il New Jersey e l’Italia, seguendo le vicende di Dean Barry, un veterano americano che ritorna in Italia vent’anni dopo aver lasciato incinta una ragazza, Lucia, conosciuta a Napoli dopo la guerra. La sua ricerca lo conduce a scoprire che il figlio è cresciuto nel mondo del crimine. In passato, soprattutto negli anni ’50 e ’60, celebrità del cinema italiano hanno frequentato i pini di Villaggio Mancuso, in questo angolo della Sila, una rinomata destinazione di lusso. Ad esempio, nel agosto del 1960, Raf Vallone e Sofia Loren hanno ricevuto l’Oscar dei Due Mondi nel contesto del Premio Cinematografico Sila. Insieme a loro, come riportato dalla “Settimana Incom,” c’erano Vittorio Gassman, Anna Maria Ferrero, Giovanna Ralli, Lorella De Luca, Lidya Alfonsi, Carlo Croccolo, Marisa Merlini e Teddy Reno. In questo luogo è stato anche girato il film di successo dell’epoca, “Il lupo della Sila,” con Amedeo Nazzari e Silvana Mangano.