Home Attualità Savuto, elezioni provinciali del 20 dicembre: quattro i candidati del Savuto:...

Savuto, elezioni provinciali del 20 dicembre: quattro i candidati del Savuto: due sindaci e due consiglieri comunali.

164

Scintille nelle elezioni provinciali del 20 dicembre nel Savuto: due Sindaci e due Consiglieri Comunali in corsa per una sfida politica poco avvertita dalle comunità nel Savuto. Il 20 dicembre prossimo, i sindaci ed i consiglieri comunali cosentini si appresteranno a votare per il rinnovo del Consiglio Provinciale di Cosenza, e l’atmosfera è densa di fermento tra i numerosi candidati in lizza. Questi aspiranti rappresentanti stanno cercando di delineare nuovi equilibri interni, stringere alleanze e elaborare strategie che potrebbero influenzare le dinamiche delle elezioni del 2024.

Per questa tornata elettorale provinciale, il sistema di voto rimarrà invariato, mantenendo la caratteristica del secondo grado. Solo gli amministratori eletti nei rispettivi comuni saranno chiamati alle urne. Nel frattempo, l’attesa di una riforma che potrebbe riportare alle elezioni provinciali maggiore partecipazione diretta delle popolazioni persiste, insieme alla speranza di attribuire a questi enti intermedi maggiori competenze e risorse.

Le liste dei candidati sono state stilate secondo il consueto metodo, elaborato a tavolino senza coinvolgere direttamente gli iscritti e la popolazione. Tuttavia, questa metodologia ha suscitato dibattiti, poiché alle elezioni provinciali manca il “campione” completo del corpo elettorale, coinvolgendo solamente i consiglieri comunali e i sindaci.

La maggior parte delle comunità sembra non percepire appieno l’importanza di queste elezioni, poiché manca il coinvolgimento e l’informazione necessari riguardo agli sviluppi avvenuti all’interno degli schieramenti politici. Le “grandi manovre” sono visibili soprattutto nelle aree politiche, dove si registrano prove muscolari e fibrillazioni per conquistare posizioni e forse ottenere rivincite.

Tra le novità più significative, spicca l’esordio di Azione, che si presenta sia a Cosenza che a Catanzaro, mentre si conferma l’assenza dal panorama politico del Movimento 5 Stelle, confermando la mutevole natura delle forze in gioco.

Per il centrodestra in campo, la lista di Forza Italia è composta da 12 candidati: Emanuela Altomare (Figline Vegliaturo), Francesca Amoroso (Belvedere Marittimo), Tiziana Battafarano (nata a Policoro), Francesco Chiaravalle (Cosenza), Maria Crescente (Cariati), Alfonso D’Arienzo (Paola), Carmine Lo Prete (Castrovillari), Ornella Mancuso (Scigliano), Francesco Morelli (Cosenza), Mario Speranza (Cosenza), Arturo Suriano (Amantea) e Francesco Vigilante (Paola).

Un’altra lista in corsa per il centrodestra (Ad Maiora) è composta da 9 candidati, iscritti a Fratelli d’Italia e alla Lega: Giancarlo Lamensa (Cosenza), Mario Bruno (Amantea), Pasquale De Franco (Praia a Mare), Rosita Manfredi (Maratea), Antonio Russo (Crosia), Mariagrazia Verbicaro (Castrovillari), Antonella Manfredi (Belvedere Marittimo), Miriam Lo Spennato (Paola) e Nicola Lanzillotta (Cosenza); Russo – sindaco di Crosia – e Lanzillotta – consigliere comunale a Pietrafitta – sono in quota Lega, il resto è riconducibile a FdI o comunque area FdI.

Al di fuori degli schieramenti “canonici” ecco la lista di Azione (con la presenza di candidati civici): per il partito di Carlo Calenda correranno alcuni primi cittadini (Ferdinando Nociti di Spezzano Albanese, Giovanni Pirillo di Longobucco e Manuela Labonia di Pietrapaola), il vicesindaco di Longobardi Antonio Costabile e altre espressioni dei territori: Caterina Savastano (Cosenza), Valentino Adimari (Torano Castello), Valentina Cundari (S. Sosti), Sonia Paletta (Malvito), Emanuela Gigliotti (Pedivigliano), Ivan Iantorno (S. Fili), Cosimo Galtieri (Orsomarso) e Pietro De Filpo (Laino Borgo).

Anche Italia del Meridione (IdM) sarà della partita. Si tratta di Andrea Algieri (Bisignano), Lorenzo Angotti (Fiumefreddo), Luigi Cirimele (Scalea), Carmela Corvo (Mandatoriccio), Silvano Cosenza (Laino), Giuseppe Crispini (San Fili), Giuseppe De Santis (Rovito), Gianna Maritato (Cervicati), Lucia Papaianni (Paterno), Valentina Perri (Bianchi), Aneta Przybylo (Acquappesa) e Giovanni Tenuta (Marano Marchesato).

Nel centrosinistra, oltre al consigliere uscente Mimmo Frammartino (assessore al Comune di Cosenza), correranno alcuni sindaci (Pino Capalbo di Acri, Lucia Nicoletti di Santo Stefano di Rogliano e Agostino Chiarello di Campana), i consiglieri comunali di Cosenza Raffaele Fuorivia, Gianfranco Tinto e Giuseppe Ciacco, Rosellina Madeo e Salvatore Tavernise (Corigliano-Rossano), Lorena Mingrone (Calopezzati), Settimia Maria Francesca Celebre (Montalto Uffugo) e Marisa Cofone (Acri).

Dalla composizione delle liste presentate si evince che i candidati della Zona del Savuto sono cinque di cui due Sindaci e due consiglieri comunali.