Home Attualità Santo Stefano di Rogliano, vaccini rimasti. La minoranza interroga la Sindaca,...

Santo Stefano di Rogliano, vaccini rimasti. La minoranza interroga la Sindaca, Lucia Nicoletti e chiede “da chi sia stata autorizzata a contattare le singole persone e quale criterio abbia adottato nell’individuazione dei beneficiari del vaccino

32

“Che fine hanno fatto i vaccini in esubero? Come sono stati gestiti e chi ne avrebbe beneficiato? Sono alcuni dei quesiti posti nell’interrogazione urgente , con risposta scritta,  avanzata dai consiglieri comunali di ” Comune in Comune”  di santo Stefano di Rogliano (CS) di fronte alla gestione  degli esuberi dei vaccini anticovid. L’interrogazione è sottoscritta dai consiglieri Ida Paola Cerenzia, ( capogruppo)  e dai due consiglieri Simona Mancuso e Franco Garofalo.

Ida Paola Cerenzia
Simona Mancuso
 I  tre consiglieri comunali di opposizione  chiedono alla  Sindaca, considerato che  non è responsabile del centro vaccinale,     da chi sia stata autorizzata a contattare telefonicamente , in modo diretto o in forma  indiretta,  le singole persone e quale criterio  abbia  adottato nell’individuazione dei beneficiari del vaccino in esubero. 
Gli interroganti   rilevano che diversi cittadini  avrebbero fruito  del vaccino anticovid pur non essendo inseriti nella piattaforma telematica e mettono in risalto il fatto che le dosi non utilizzate dei vaccini riservati agli Over 80 sarebbero state somministrate in modo indiscriminato e non nel rispetto delle linee guida;
I consiglieri di opposizione chiedono, ancora, se siano stati contattati i residenti  del  Comune in ordine prioritario,  rispettando rigorosamente  le categorie di soggetti così come previsto dalle raccomandazioni in materia di vaccinazione SARS covid pubblicate in data 10 marzo 2021.