Home Attualità Santo Stefano di Rogliano: L’Incertezza sulla Gestione e Sicurezza dei Veicoli Comunali

Santo Stefano di Rogliano: L’Incertezza sulla Gestione e Sicurezza dei Veicoli Comunali

54

Nell’ultima seduta consiliare a Santo Stefano di Rogliano, il Comune è stato al centro di una discussione cruciale che ha sollevato interrogativi sulla gestione dei propri automezzi comunali e sulla sicurezza dei cittadini. La maggioranza consiliare ha respinto una proposta presentata dalla minoranza, volta a istituire un Regolamento per l’uso  degli automezzi comunali. Questa decisione ha generato preoccupazione e ha evidenziato un caso di utilizzo improprio di uno dei veicoli comunali, un pickup, da parte di individui estranei all’ente.

La controversia ha preso una piega critica quando è emerso che alcune persone hanno preso posto sul cassone esterno del pickup durante il percorso di un corteo, violando apertamente le norme di sicurezza. Questa azione ha coinvolto le strade principali del paese, ampliando il rischio e sollevando domande sulla responsabilità e la trasparenza nella gestione dei veicoli comunali, nonché sul rispetto delle leggi vigenti.

Nonostante le legittime domande sollevate dai consiglieri comunali dell’opposizione, non sono ancora state fornite risposte esaustive. In particolare, si cerca di capire chi abbia concesso l’autorizzazione a queste persone per salire sul cassone esterno del pickup e rimanervi per tutto il percorso. Le immagini di questa situazione sono diventate virali sui social media, alimentando ulteriori preoccupazioni.

C’è anche l’incertezza su,  se la Sindaca, gli amministratori e le autorità presenti durante il corteo abbiano notato la presenza delle persone sul cassone del veicolo, sollevando dubbi sulla loro attenzione e responsabilità.

Tutto ciò ha sottolineato la necessità di stabilire regole chiare e trasparenti per la gestione dei veicoli comunali, allo scopo di evitare utilizzi impropri e garantire la sicurezza dei cittadini. L’assenza di un regolamento specifico ha portato a una situazione potenzialmente pericolosa e ha suscitato legittime preoccupazioni tra i membri della minoranza consiliare.

Il futuro sviluppo di questa controversia rimane incerto, ma è fondamentale che il Comune affronti seriamente questa questione. La sicurezza dei cittadini e la corretta gestione dei beni pubblici non possono essere trascurate. L’argomento sull’utilizzo sicuro dei veicoli comunali tornerà in consiglio  sotto forma di interrogazione, poiché molte domande rimangono ancora senza risposta. Il Comune è chiamato a considerare l’adozione di norme e procedure più rigorose per garantire un utilizzo appropriato dei propri veicoli in futuro. Durante la stessa seduta consiliare, è stato respinto anche un’altra proposta, quella di istituire un Regolamento per la topomastica, avanzata dal gruppo consiliare di Minoranza.