Home Attualità Santo Stefano di Rogliano: Addio al dott. Agostino Cerenzia, ex medico condotto,...

Santo Stefano di Rogliano: Addio al dott. Agostino Cerenzia, ex medico condotto, dirigente sanitario U.O.S. dell’Asp di Cosenza

34
A destra il dottor Agostino Cerenzia

La comunità di Santo Stefano di Rogliano in lutto,  piange la scomparsa del suo ex medico condotto e dirigente sanitario U.O.S.  dell’Asp di Cosenza, Agostino Cerenzia.  Sono momenti di dolore profondo e di innumerevoli ricordi. Ricordi di esperienze vissute intensamente, stagioni non scevre da problemi ma ricche di passioni, di volontà, di fare bene per il Paese e la comunità.  Perdo un amico sincero e leale, onesto e  testimone dei grandi valori umani e sociali.  La comunità è grata per le testimonianze che lascia nei cuori della gente, che ha amato e servito da medico, da amministratore da dirigente sanitario, da uomo buono e onesto. Oggi è una giornata di lutto. Con Agostino la comunità perde un uomo di valori, retto e onesto, un uomo d’altri tempi che ha onorato  sempre i ruoli ricoperti, dando lustro e insegnamenti che rimarranno impressi nella memoria storica delle comunità. Addio Agostino”.

Il dottor  Cerenzia era nato nel  1950 a  Figline Vegliaturo, dove ha vissuto fino al conseguimento della Laurea, avvenuta presso l’Università degli Studi di Napoli. Medico condotto ed ufficiale sanitario  nei Comuni di Santo Stefano di Rogliano e Carpanzano, dal 1979 ha assunto la titolarità  della Convenzione di medicina generale dei due Comuni del Comprensorio Savuto.

Dotato di eccellenti capacità organizzative nell’ambito amministrativo e nelle attività ambulatoriali, il dott. Cerenzia, ha servito con molta professionalità e competenza le comunità, diventando un punto di riferimento anche al di fuori dell’orario di lavoro,  con spirito di servizio, umiltà e riservatezza. Dopo alcuni anni si è trasferito con la propria famiglia dal Comune di Carpanzano a Santo Stefano di Rogliano,   ponendosi al servizio della comunità in diversi campi: è stato vice sindaco, capogruppo, consigliere della Comunità Montana del Savuto, dove si è distinto per dedizione e senso del dovere, proponendo e contribuendo a rafforzare la rete socio sanitaria della zona.  E’ il periodo in cui sul territorio del piccolo paese di Santo Stefano  nascerà la RSA – residenza sanitaria assistita-  che con i suoi venticinque posti letto, continua ad offrire un servizio di alta professionalità alle persone con difficoltà. Al suo impegno viene ascritto il risanamento del bilancio dell’ente locale e di numerosi interventi infrastrutturali, tra cui la Variante Generale al Piano di fabbricazione, tuttora vigente. Sensibile ai bisogni dei più sofferenti e ai più  disagiati, dotato di alto senso del dovere, scrupoloso e portatore dei grandi valori umani, il Dott. Cerenzia lascia un vuoto incolmabile all’interno delle comunità e delle persone che lo hanno conosciuto e stimato per serietà, compostezza e professionalità. Oggi c’è il silenzio e  ci sentiamo di affermare – ha detto un amico-  che con Agostino se ne va via un amico che lascia una testimonianza storica di grande umanità, di grandi valori che non  moriranno  mai ma continueranno a vivere e riscaldare i cuori dei tanti amici e  stimatori del professionista, dell’onesto e lungimirante servitore delle istituzioni democratiche, dell’uomo buono e giusto. Legatissimo alla famiglia, amico di tutti, si è contraddistinto per il modo in cui si relazionava con il mondo , per il suo retto comportamento e per il suo  agire umile  e riservato, rispettoso e nel contempo rigoroso,  un esempio di coniuge, di padre e di nonno modello.   Alla  sua amatissima moglie Pina, alle sue care  figlia Ida Paola e Anna Rita, ai figli suoi cari figli, Cristian e Mattia, ai generi e a tutte le persone care, giungano sentite condoglianze da parte dell’Eco della Valle. RIP, amico Agostino.

( Franco Garofalo)