Home Attualità Sabato 4 novembre 2023. Il Santo del giorno: San Carlo Borromeo. Avvenne...

Sabato 4 novembre 2023. Il Santo del giorno: San Carlo Borromeo. Avvenne oggi: 1961, iniziano le trasmissioni del secondo programma televisivo della Rai; si celebra la Giornata dell’Unità nazionale e delle Forze Armate

22

E’ il 308° giorno dell’anno, 44ª settimana. Alla fine del 2021 mancano 57 giorni. Santi del giorno: San Carlo Borromeo (Vescovo). San Carlo Borromeo è il protettore dell’Ordine dei certosini.

Ricorre oggi: in Italia si celebra la Giornata dell’Unità nazionale e delle Forze Armate. San Carlo Borromeo. Vescovo. Nascita: 2 ottobre 1538, Arona, Novara. Morte: 3 novembre 1584, Milano.Patrono di:LombardiaPeschiera BorromeoRovatoRocca di PapaCasalmaggiorePortomaggioreSalòNizza Monferrato 

Fiesso d’ArticoMarcallo con Casone >>> altri comuni. Protettore:catechistidirettori spiritualimalati di stomacomeletiseminaristivescovi.

MARTIROLOGIO ROMANO. Memoria di san Carlo Borromeo, vescovo, che, fatto cardinale da suo zio il papa Pio IV ed eletto vescovo di Milano, fu in questa sede vero pastore attento alle necessità della Chiesa del suo tempo: indisse sinodi e istituì seminari per provvedere alla formazione del clero, visitò più volte tutto il suo gregge per incoraggiare la crescita della vita cristiana ed emanò molti decreti in ordine alla salvezza delle anime. Passò alla patria celeste il giorno precedente a questo. Etimologia: Carlo, “Karl” era un nome proprio già molto in voga tra le tribù germaniche, derivante da “karla”, “uomo libero”. Presso i Franchi, era usato come appellativo dei dignitari di corte.

AVVENNE OGGI

  • 1918 –  Il Bollettino della Vittoria annuncia che l’Impero Austro-ungarico si arrende all’Italia. Il 4 novembre diventa la Giornata dell’unità Nazionale e delle Forze Armate.
  • 1921. Viene tumulata nell’Altare della Patria a Roma la salma del Milite Ignoto, un soldato morto in battaglia durante la prima guerra mondiale e non identificato. A scegliere tra undici caduti senza nome era stata, pochi giorni prima, Maria Bergamas di Gradisca d’Isonzo, madre di Antonio, arruolato nell’esercito austriaco e poi passato a combattere per l’Italia e caduto al fronte.
  • 1922 – Egitto. Nella Valle dei Re viene scoperto il primo gradino dell’ingresso alla tomba del faraone Tutankhamon.  
  • 1925 – L’Ovra annuncia di avere sventato un attentato alla vita di Benito Mussolini ideato da Tito Zaniboni.
  • 1956. Truppe dell’Unione sovietica invadono l’Ungheria per sedare il movimento rivoluzionario nato sull’onda del rapporto “segreto” di Krusciov che ha dato il via alla “destalinizzazione” nei paesi comunisti. Una colonna di 2.500 carri armati entra a Budapest, invadendo le strade. La repressione sarà durissima: circa 2.500 morti fra gli ungheresi, oltre 700 fra i sovietici. Lasceranno il Paese 200.000 persone.
  • 1961. Iniziano le trasmissioni del secondo programma televisivo della Rai, in sperimentazione dal primo agosto. Nella serata inaugurale va in onda una trasmissione dedicata alla Prima Guerra Mondiale.
  • 1966 –  Alluvione di Firenze. A seguito di una eccezionale ondata di maltempo, l’Arno rompe gli argini e straripa. E’ l’alluvione di Firenze: diversi quartieri e molti Comuni limitrofi vengono sommersi. Nelle stesse ore straripa anche l’Ombrone colpendo gran parte della Maremma e sommergendo Grosseto.
  • 1979. Un gruppo di studenti islamici compiono un assalto all’ambasciata statunitense a Teheran. Sostenuti dall’ayatollah Khomeini, gli studenti terranno in ostaggio 52 cittadini americani per 444 giorni.
  • 1980 –  Ronald Reagan sconfigge Jimmy Carter e diventa presidente degli Stati Uniti.
  • 1995 – A Tel Aviv, dopo aver partecipato a una manifestazione per la pace nella piazza dei Re, il premier israeliano Yitzhak Rabin viene ferito mortalmente da un estremista di destra.
  • 2004 – Il leader palestinese Yasser Arafat, 75 anni,  viene dichiarato clinicamente morto dai medici dell’ospedale militare di Parigi, dove è ricoverato. Durante la giornata la televisione israeliana annuncia la morte di Arafat, ma la notizia viene smentita e si parla di “morte cerebrale”.
  • 2010 – Nel nord dell’Australia viene ritrovata la più antica ascia di pietra al mondo. Secondo gli esperti il reperto risale a 35mila anni fa.

1879 – Brevettato il primo registratore di cassa.

Fonte: wikipedia https://www.santodelgiorno.it/04/novembre/