Home Attualità L’intero comprensorio “Savuto” piange la scomparsa dell’artista Salvatore Diana

L’intero comprensorio “Savuto” piange la scomparsa dell’artista Salvatore Diana

17

IL comprensorio  Savuto intero piange la scomparsa dell’artista Salvatore Diana. Era nato a Carpanzano ma viveva nella città di Rogliano da diversi decenni,  Il Sindaco  del luogo , Giovanni Altomare, la Giunta, il Consiglio Comunale e la cittadinanza intera esprimono profondo cordoglio per la perdita di Salvatore Diana, un figlio creativo, un pittore innamorato della sua città, un grande artista che ha avuto da sempre Rogliano nel cuore.

La pro loco di Carpanzano, Comune che ha, dato i natali all’artista, si fa interprete dei sentimenti che vive la comunità in questo triste momento.
Tutti i “Carpanzanesi oggi vivono con tristezza la notizia della morte di Salvatore Diana”.
Un amico, un pittore, una persona perbene, che ha sempre dimostrato il suo affetto e il suo legame per Carpanzano, il suo paese natio.
Ha partecipato a molte iniziative promosse dalla Pro loco. Le ha spesso documentate
scrivono in un post i rappresentanti dell’associazione con foto e video lasciando così un’importante eredità per la storia del nostro paese.
Grazie Salvatore per tutto ciò che hai fatto per i Carpanzanesi.
Rimarrai- conclude la, Pro Loco – sempre nei nostri ricordi e ti ricorderemo con affetto.
Amato, apprezzato da tutti per il suo talento, per la sua creatività e umanità, la statura dell’artista viene sottolineata dai numerosissimi interventi che si stanno registrando attraverso la rete ed i post veicolati dai gruppi culturali presenti nelle varie realtà locali del Savuto e non solo.
Il pittore Salvatore Diana era nato-  a Carpanzano e poco più che ventenne, intorno alla metà degli anni Settanta ha iniziato a  collaborare  con la famosa “Ceramica Bruzia” di Rogliano. Rimane attivo presso la manifattura fino alla metà degli anni Ottanta.
Ha svolto la sua attività di pittore, di artista  coltivando anche la passione del racconto, dei fatti che catturava attraverso la cinepresa e le immagini che, con pazienza e in silenzio montava, per riproporle al suo pubblico che amava e arricchiva con  grazioso talento. Un artista vero non muore mai. Continuerà a vivere attraverso le sue opere, la sua pittura, densa di colori, di  umanità e arte. Le sue immagini saranno destinate a vivere nei cuori e nelle menti delle comunità e in quanti hanno conosciuto e apprezzato il  valore artistico e culturale espresso da Salvatore Diana. Da parte della Redazione giornalistica de L’Eco della Valle” giungano ai familiari, a tutte le persone care, le piú sentite condoglianze.