Home Attualità Rogliano, il Maresciallo Lorelli in pensione. Il Sindaco, Altomare, ...

Rogliano, il Maresciallo Lorelli in pensione. Il Sindaco, Altomare, esprime gratitudine e auguri per il pensionamento.

56

Il Sindaco del Comune che ospita la  Caserma  della “benemerita”,  a nome dell’Amministrazione comunale e dell’ intera comunità,   esprime  i più profondi sentimenti di gratitudine per l’opera svolta dal Luogotenente  e i più sentiti auguri per il suo pensionamento”. Il primo cittadino roglianese esprime, ancora, “I migliori auspici di buon lavoro al subentrante maresciallo capo Marco Di Filippo”.

Da comandante del presidio dell’Arma- ricorda il primo cittadino –  il luogotenente Lorelli,  ” ha garantito la massima collaborazione istituzionale che è valsa a tutelare, nel miglior modo possibile, la pacifica convivenza in un clima di ordine e di sicurezza.

Non a caso, nella continuità della vigile presenza ed attività della Benemerita, la nostra comunità non è stata mai toccata da fenomeni di criminalità, né da rischi di infiltrazioni delinquenziali, che pur incombono in altre realtà della nostra regione.

Il luogotenente Lorelli- afferma Giovanni Altomare-  è stato davvero un punto di riferimento che non è mai venuto meno alla sua missione. Da uomo probo e da militare legato al suo dovere, si è distinto per signorilità e per fermezza, nelle diverse situazioni che ne richiedevano l’applicazione.

Gli siamo grati.

Gli siamo grati per essersi esposto, più di recente, in prima linea, nella elaborazione dei piani di prevenzione anti Coronavirus, nel quadro di azioni e di attività, che, portate avanti a tutela della collettività e in sinergia con noi Amministratori locali, gli hanno provocato il contagio.

Lorelli ne ha sofferto le conseguenze in condizioni di estrema preoccupazione e di viva apprensione per i suoi familiari, altrettanto preoccupati per la trasmissione virale al proprio giovane figlio, costretto al ricovero ospedaliero e finalmente guarito dopo giorni di degenza.

Siamo orgogliosi di avere avuto tra di noi un servitore dello Stato così encomiabile per le funzioni che ha saputo svolgere sempre con riconosciuta saggezza e straordinario equilibrio.

I migliori auspici di buon lavoro al subentrante maresciallo capo Marco Di Filippo, valoroso sottufficiale, al quale non mancano, di certo, qualità e doti tali da onorare l’Arma, così per come ha fatto il suo ammirevole predecessore”.