Home Attualità Risultati INVALSI 2022: la forza dei Giovani Italiani svelata – Eccellenza in...

Risultati INVALSI 2022: la forza dei Giovani Italiani svelata – Eccellenza in Matematica tra i Ragazzi, Maestro in Lettura tra le Ragazze!

65

Nel nostro Paese, il 70% degli studenti raggiunge il Livello 2 o superiore (comunemente chiamato low performer) in matematica (media OCSE: 69%), il 79% in lettura (media OCSE: 74%), e il 76% in scienze (media OCSE: 76%). Al contrario, meno del 10% degli studenti è classificato come eccellente (Livello 5 e superiori, noti come top performer) in tutti i settori, mentre oltre il 20% non possiede le competenze minime. Questi sono i risultati dell’indagine internazionale Ocse PISA 2022, condotta in Italia da Invalsi. PISA è uno studio triennale su studenti quindicenni in tutto il mondo che valuta la loro preparazione nelle competenze fondamentali necessarie per partecipare pienamente alla vita sociale ed economica. Le prove PISA non si limitano a verificare la riproduzione delle conoscenze, ma valutano anche la capacità degli studenti di applicare ciò che hanno imparato in situazioni realistiche, sia dentro che fuori dalla scuola. Per avere successo in PISA, gli studenti devono essere in grado di applicare creativamente le loro conoscenze in nuovi contesti e dimostrare efficaci strategie di apprendimento. Ad esempio, nella prova di matematica (principale nel 2022), gli studenti devono dimostrare non solo la conoscenza dei contenuti, ma anche la capacità di pensare come matematici, tradurre problemi reali in contesti matematici, ragionare matematicamente e interpretare soluzioni nel contesto originale.

Sebbene la rilevazione PISA 2022 fosse originariamente programmata per il 2021, è stata posticipata al 2022 a causa delle difficoltà legate alla pandemia Covid-19. La partecipazione è stata significativa, coinvolgendo quasi 700.000 studenti di 81 paesi membri dell’OCSE e di economie partner. L’Italia ha partecipato con un campione di 10.552 studenti estratto casualmente da 345 scuole. Il campione italiano rappresenta circa mezzo milione di quindicenni iscritti a scuola dal secondo anno della scuola secondaria di primo grado, stratificato per macroarea geografica e tipologia di istruzione. Matematica è stata la principale area di rilevazione, seguita da lettura e scienze, con prove anche su pensiero creativo e competenza finanziaria.

Nel dettaglio, solo il 3% dei 15enni nel Sud è classificato come “top performer” in matematica, mentre oltre l’80% degli studenti del Nord è al Livello 2 o superiore in matematica, lettura e scienze. Le differenze tra le aree del paese mostrano punteggi superiori al Nord in tutti e tre gli ambiti. Le differenze di genere persistono, con i ragazzi che superano le ragazze di 21 punti in matematica, mentre le ragazze ottengono un punteggio superiore di 19 punti in lettura. Gli studenti nei licei hanno ottenuto punteggi medi più alti rispetto agli altri tipi di istruzione in tutte e tre le aree.

Complessivamente, gli istituti professionali e la formazione professionale registrano percentuali più elevate di studenti al di sotto del Livello 2 (low performer) rispetto a licei e istituti tecnici, con i “top performer” che diminuiscono dal 10% nei licei a meno dell’1% nella formazione professionale