Home Attualità REVOCATA la XXI^ Assemblea/XVI^ Festa nazionale dell’ANPCI 16/17 ottobre 2020 Bassano In...

REVOCATA la XXI^ Assemblea/XVI^ Festa nazionale dell’ANPCI 16/17 ottobre 2020 Bassano In Teverina.

46
Franca Biglio

REVOCATA la XXI^ Assemblea e la XVI^ Festa nazionale dell’ANPCI , già programmate per il  16 e il 17  ottobre   a   Bassano in Teverina,   piccolo Comune  della provincia di Viterbo, di origine etrusche e ricco di  storia medievale, definito uno dei più belli  di tutta la Tuscia. 

La nuova e preoccupante emergenza che si è venuta a determinare, evidenziata nella crescente curva epidemica  del contagio  nel Paese e nella fattispecie nella regione Lazio,  luogo prescelto per ospitare il tradizionale evento dei Piccoli Comuni d’Italia, ha suggerito agli organizzatori   di revocare le iniziative già programmate e   rinviare  anche la XXI  assemblea, convocata in concomitanza della manifestazione.

Come sempre, da parte della Presidente Franca Biglio  e dell’intera associazione, era   stato profuso il massimo delle  energie  per poter organizzare,  con il giovane Sindaco Alessando Romolo,  gli  amministratori del Comune di Bassano in Teverina e  insieme agli amministratori degli enti locali viciniori,  la tanto attesa manifestazione Nazionale  riservata quest’anno proprio al tema: “ I piccoli Comuni ai tempi del Coronavirus” .  Il programma,  definito nei particolari,  era stato concepito per riflettere   sull’importante e insostituibile ruolo svolto dai Piccoli Comuni nella lotta  alla Pandemia, dagli amministratori locali chiamati, a fornire risposte concrete  al bisogno delle comunità, alle persone  più fragili e vulnerabili presenti sui rispettivi territori. Sovente le risposte sono pervenute,  ricorrendo al talento degli amministratori locali  che hanno saputo gestire le esigue risorse finanziarie  disponibili per contenere e contrastare la  diffusione della Pandemia, avvalendosi spesso della cooperazione  e della solidarietà fornita dalle diverse associazioni di volontariato.   

La manifestazione avrebbe dovuto ospitare testimonianze, racconti e confronti sul  vissuto gestionale  delle realtà locali del paese, ascoltando i diretti protagonisti  che sulla propria pelle hanno vissuto il dramma derivante dalla Pandemia.

 La manifestazione è solo rinviata a data da destinarsi.  La causa del rinvio è stata comunicata dalla segreteria nazionale dell’Anpci a  tutti i Sindaci dei piccoli Comuni e trova  giustificazione nella proroga dello stato di emergenza sancito  dal DPCM e dalle nuove misure adottate dal governo centrale in questi giorni.