Home Attualità Regionali, settimana decisiva per le candidature alla presidenza

Regionali, settimana decisiva per le candidature alla presidenza

18

Sarà la settimana decisiva per le candidature alla presidenza della regione Calabria. I partiti delle varie coalizioni, dei Movimenti e dei singoli raggruppamenti stanno affinando le ultime proposte per sistemare le candidature e renderle ufficiali agli elettori calabresi che sperano in un cambiamento di rotta per il bene della loro terra.
All’interno di quello che rimane di Forza Italia si elevano consensi e dissensi nei confronti dei nominativi finora proposti sui quali ancora non si è registrata una totale convergenza.
Forza Italia, destinata a proporre il nominativo che dovrà sostenere in prima persona la campagna elettorale del centro destra, non ha trovato ancora la quadra intorno ai profili fino ad ora riportati dalla stampa.
I candidati più accreditati si intravedono nel territorio catanzarese. A quella di Sergio Abramo ( nella foto), Sindaco della città di Catanzaro, si è affiancata in questi giorni l’ipotesi di Caterina Chiaravalloti. In difficoltà Mario Occhiuto, sindaco della città Bruzia, dato in un primo momento come candidato più probabile di forza italia, ha perso la spinta propulsiva, affievolita in seguito alla dichiarazione del dissesto finanziario dichiarato per il Comune Bruzio. Anche sul nominativo del fratello Roberto non sembrano ruotino grandi entusiasmi .
Insomma le prossime ore saranno decisive per determinare la scelta che terrà certamente conto di quanto registrato per la candidatura alla presidenza della Campania. All’investitura di Caldoro avvenuta nella giornata di ieri era presente Sergio Abramo; assente invece la deputazione calabrese. Il che porterebbe far pensare come in FI si stia preparando una scissione che in questo caso agevolerebbe l’investitura di Sergio Abramo, fotografato in differenti scatti accanto al Presidente del partito Antonio Tajani. Abramo avrebbe come è noto incassato già un sì di massima della lega di Salvini.
Cinque stelle, avendo optato per la presenza alle elezioni regionali, dovrebbe correre con un suo candidato alla presidenza, individuato nella persona del prof. Francesco Aiello, docente di Politica economica all’UNICAl e fondatore di OpenCalabria.
Sull’altro versante si ripropone di nuovo l’alleanza PD – M5S. Ad insistere sarebbe il commissario DEM , Graziano . Sono diversi gli esponenti che starebbero lavorando su questa ipotesi. Ma le difficoltà oggettive non mancherebbero e gli ostacoli da superare non sarebbero pochi. A cominciare dallo stesso capo politico Di Maio che mal ha sopportato l’idea di presentare il simbolo per le prossime elezioni regionali, subendo i risultati del voto della piattaforma Rosseau che ne hanno invece, decretato la partecipazione . Ufficiale la candidatura anche di Carlo Tansi, “Voglio una Calabria Libera” a sostegno del quale sono sorti diversi comitati di persone.