Home Attualità Paterno Calabro, accensione della lampada

Paterno Calabro, accensione della lampada

41

San Francesco di Paola, l’eremita diventato Santo, proclamato Patrono della Calabria, solennemente omaggiato dai fedeli a Paterno Calabro. Appuntamento suggestivo si è rilevato ancora una volta il rito dell’offerta dell’olio votivo per la lampada che arde nella cappella del Santo poverello, versato dai Sindaci presenti alla celebrazione religiosa, presieduta dalle massime autorità dell’ordine dei minimi.
La ricorrenza , particolarmente sentita e vissuta dai devoti, traccia la strada che conduce alla riforma interiore, mezzo attraverso il quale costruire una società migliore. Sono giorni di grande festa per Paterno Calabro, che per onorare il Santo Taumaturgo ha elaborato due programmi, religioso e civile, intensi di manifestazioni e iniziative che coinvolgono emotivamente migliaia di cittadini calabresi devoti al loro Patrono. San Francesco di Paola rappresenta il Santo più venerato della Calabria, presente in innumerevoli santuari e Chiese, fra i quali Paterno Calabro (ove sono custodite diverse reliquie), Polistena, Spezzano della Sila, Terranova da Sibari, Corigliano Calabro, Marina Grande di Scilla, Catona di Reggio Calabria e Sambiase di Lamezia Terme (ove è custodita la reliquia di un dito di San Francesco), anche se parte delle sue reliquie si trovano presso il Santuario di San Francesco di Paola. Francesco da Paola fu proclamato Santo da papa Leone X nel 1519. Eremita, è il fondatore dell’ordine dei Minimi.
I festeggiamenti proseguono a Paterno Calabro nella giornata di oggi, domenica 30 aprile 2017, nel rispetto dei percorsi individuati nel programma religioso e civile.