Home Attualità Otto marzo, sciopero “globale” delle donne

Otto marzo, sciopero “globale” delle donne

54

Una giornata di sciopero per dire no alla violenza di genere. La giornata di mobilitazione è stata proclamata, in concomitanza dell’otto marzo, dalle diverse sigle sindacali: Usi, Slai Cobas, Cobas, Confederazione dei Comitati di Base, Usb, Sial Cobas, Usi-Ait, Usb, Sgb, Flc e Cgil.
Sarà una giornata di cortei e di astensione dal lavoro. Ma soprattutto sarà una giornata incentrata nella lotta per la dignità della donna, come del resto si sta connotando da tempo l’8 marzo. Quest’anno la giornata assumerà carattere globale e sarà una giornata contro il sessismo, contro la violenza per affermare, il diritto al lavoro e alla parità salariale. Uno sciopero a carattere globale a cui hanno aderito 40 Paesi nel mondo dove ciascuna donna e ciascuna categoria professionale e sindacale deciderà liberamente in che modo esprimersi. Le innumerevoli iniziative annunciate da tempo attraverso i vari canali di comunicazione, avranno modalità diverse a secondo il Paese in cui nascono e si concretizzano. Ci sarà chi incrocerà le braccia per un minuto, chi lo sciopero lo farà in modo classico, chi organizzerà assemblee, chi prediligerà letture nelle Piazze. Ciascuno a suo modo riempirà di contenuti questa giornata di sciopero che con il passare del tempo si estende fino a raggiungere popoli e comunità impensabili.