Home Attualità “Orgogliosamente sbirri per il cambiamento”

“Orgogliosamente sbirri per il cambiamento”

47

“Orgogliosamente sbirri per il cambiamento”. L’Amministrazione comunale di Locri risponde subito agli insulti espressi con la scritta apparsa sulle mura della Città contro Don Ciotti e le forze dell’ordine all’indomani della grande manifestazione organizzata in occasione della XXII giornata della memoria e dell’impegno.
Ferma e decisa la condanna del Comune dove si è svolta domenica scorsa la manifestazione organizzata da Libera e alla quale ha partecipato il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Alla scritta offensiva apparsa sulle mura della Città , proprio nell’edificio che nella notte ha ospitato il fondatore di Libera e il vescovo Oliva : “Don Ciotti sbirro, più lavoro meno sbirri”, prontamente cancellata e sulla cui origine sarebbe stata aperta un’indagine, ha fatto seguito una immediata reazione di condanna da parte della comunità, delle istituzioni, delle forze politiche e associative nonché della rete, che si è mobilitata contro la prepotenza consumata nella notte da mani anonime.