Home Attualità Operazione “Farmabusiness”, domiciliari per il Presidente del Consiglio Domenico Tallini

Operazione “Farmabusiness”, domiciliari per il Presidente del Consiglio Domenico Tallini

33

Disposti gli arresti domiciliari per il Presidente del Consiglio regionale della Calabria, Domenico Tallini, 68 anni, eletto nelle liste di forza Italia, accusato di concorso esterno in associazione mafiosa e scambio elettorale politico mafioso.

L’operazione denominata  “Farmabusiness”  avrebbe svelato i retroscena degli affari della cosa Grande Aracri e i collegamenti con la politica. Oltre al Presidente Tallini sono 25 le persone indagate e 19 quelle  interessate all’ordinanza di custodia cautelare.

Secondo l’accusa, i rapporti di Domenico Tallini con la cosca Grande Aracri avrebbero riguardato la costituzione di una società, con base a Catanzaro, finalizzata alla distribuzione all’ingrosso di prodotti medicinali mediante una rete di punti vendita costituiti da farmacie e parafarmacie (20 in Calabria, due in Puglia e una in Emilia Romagna). Tallini avrebbe fornito supporto alla cosca, specie nella fase di avvio del progetto ed il suo intervento, secondo quanto riferiscono i carabinieri, sarebbe stato ricambiato anche con il sostegno della cosca alle elezioni regionali del novembre 2014. Il contributo di Tallini sarebbe stato decisivo per favorire e accelerare l’iter burocratico inziale per ottenere le necessarie autorizzazioni per la costituzione della società per la distribuzione di medicinali.