Home Attualità Oggi, 28 luglio 2022, si celebra la giornata mondiale dell’Epatite. Confermato...

Oggi, 28 luglio 2022, si celebra la giornata mondiale dell’Epatite. Confermato l’obiettivo eradicazione entro il 2030

45

Giovedì 28 luglio 2022 ricorre la Giornata mondiale dell’epatite. La ricorrenza è stata  Istituita dall’Oms per  implementare  la consapevolezza dell’epatite virale, causa dell’infiammazione del fegato che porta a malattie gravi e perfino il cancro al fegato.  Oggi nel nostro pianeta  si sta assistendo ad un nuovo focolaio di infezioni da epatite acuta che inspiegabilmente  colpiscono i bambini. L’OMS, insieme a scienziati e responsabili  delle istituzioni politiche nei paesi colpiti, sta lavorando per comprendere la causa di questa infezione che non sembra appartenere a nessuno dei 5 tipi noti di virus dell’epatite: A, B, C, D ed E.

Oms: “Ancora oggi 1,1 milioni di morti l’anno, nonostante i farmaci e il vaccino”. Confermato obiettivo eradicazione entro il 2030. Questi gli obiettivi specifici per arrivarci: ridurre del 90% le nuove infezioni di epatite B e C; ridurre del 65% i decessi correlati all’epatite per cirrosi epatica e cancro; garantire che almeno il 90% delle persone con virus dell’epatite B e C venga diagnosticato; e almeno l’80% degli eleggibili riceve un trattamento adeguato. 

L’odierna ricorrenza   rappresenta un’occasione importante per accendere i riflettori e diffondere informazioni su patologie, le epatiti, che si stima colpiscano

World hepatitis day awareness with red yellow ribbon

nel mondo oltre 325 milioni di persone, con una consistente percentuale di soggetti ignari di avere contratto l’infezione. L’epatite C è una malattia infettiva che colpisce almeno il 5 % della popolazione italiana. Molti  sovente  non sanno di essere malati, perché il virus HCV, responsabile della malattia, per anni può non dare disturbi pur continuando a danneggiare gravemente il fegato.  Oggi questa vera e propria “epidemia sommersa” può essere identificata e sconfitta. Conoscere e prevenire la malattia è rilevante  per difendere la propria salute.

Nel  2019, si stima che in tutto il mondo si siano registrati  78.000 decessi a causa di complicanze di infezioni acute da epatite da A a E.

L’OMS mira a raggiungere l’eliminazione dell’epatite entro il 2030. Per  conseguire questo risultato, l’OMS invita i paesi a raggiungere obiettivi specifici:

  • Ridurre del 90% le nuove infezioni di epatite B e C;
  • Ridurre del 65% i decessi correlati all’epatite per cirrosi epatica e cancro;
  • Garantire che almeno il 90% delle persone con virus dell’epatite B e C venga diagnosticato; e
  • Almeno l’80% degli eleggibili riceve un trattamento adeguato.