Home Attualità Oggi 23 aprile 2022 si celebra la Giornata del libro e delle...

Oggi 23 aprile 2022 si celebra la Giornata del libro e delle rose. La tradizione catalana vuole che, proprio nello stesso giorno, in cui si celebra San Giorgio, ogni uomo doni una rosa alla sua donna.

15

L’obiettivo della  ricorrenza  è quello di incoraggiare a scoprire il piacere della lettura e a valorizzare il contributo che gli autori danno al progresso sociale e culturale dell’umanità. La Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore, nota anche come Giornata del libro e delle rose, è un evento organizzato il 23 aprile di ogni anno dall’UNESCO per promuovere la lettura, la pubblicazione dei libri e la protezione della proprietà intellettuale attraverso il copyright. La scrittura e la lettura  consentono   di tramandare pensieri, scoperte scientifiche, conoscenze, da una generazione all’altra,  permettono di scoprire i contenuti del passato, di interpretarli, rielaborarli e diffonderli nuovamente.  Un buon  libro insegna, ancora,  a scrivere bene,  apre la mente in quanto  implementa la nostra cultura.  Studi scientifici diversi  dimostrano che leggere porta a dei notevoli benefici. La mente umana e il benessere positivo delle persone sono le prime due cavie di tutto questo.

Il libro e la lettura offrono, pertanto, conoscenze, informazioni,  consentono di approfondire conoscenza,   ampliare e diffondere  la cultura.  La lettura consente di entrare in mondi, vite e tempi diversi e dà la possibilità di avvicinarsi a esperienze e realtà lontane da quella in cui si vive, accrescendo così la consapevolezza di quanto il mondo che ci circonda sia poliedrico. L’idea di celebrare la Giornata del libro nasce in Catalogna, più di 400 anni fa. La tradizione catalana vuole che, proprio nello stesso giorno, in cui si celebra San Giorgio, ogni uomo doni una rosa alla sua donna. Così ancora oggi i librai della Catalogna usano regalare una rosa per ogni libro venduto il 23 aprile. E a Barcellona la tradizionale passeggiata per le Ramblas che invade di banchetti pieni di libri e di rose era uno degli eventi più suggestivi dell’anno.

La data del 23 aprile è stata  individuata in quanto, in questo giorno, nel 1616, ricorre l’anniversario della morte di tre scrittori considerati dei pilastri della cultura universale: lo spagnolo Miguel de Cervantes, l’inglese William Shakespeare e il peruviano Garciloso de la Vega. In  base al calendario utilizzato però le date non coinciderebbero, Cervantes e Garcilaso de la Vega sono morti il 23 aprile secondo il calendario gregoriano, mentre Shakespeare è morto il 23 aprile secondo quello giuliano, all’epoca ancora in vigore in Inghilterra, e quindi dieci giorni dopo.