Home Attualità Oggi, 11 ottobre 2022, ricorre la Giornata Mondiale delle bambine e...

Oggi, 11 ottobre 2022, ricorre la Giornata Mondiale delle bambine e delle ragazze. Proclamata dall’ONU per ricordare le milioni di giovani donne che nel mondo sono vittime di violenze, abusi e discriminazioni

33

L’11 ottobre è la Giornata Mondiale delle bambine e delle ragazze, proclamata dall’ONU per ricordare le milioni di giovani donne che nel mondo sono vittime di violenze, abusi e discriminazioni.  La Giornata ha lo scopo di sensibilizzare l’opinione mondiale sulla situazione di grande svantaggio e discriminazione in cui bambine e ragazze si trovano a vivere in grandi parti del mondo. Questa diseguaglianza porta un minore accesso all’istruzione, ai diritti, all’assistenza medica e, in molti paesi, si traduce in violenza, sfruttamento, matrimoni già in tenera età e gravidanze precoci con tassi di mortalità elevatissimi. I dati dimostrano come ancora oggi le  Bambine e le ragazze siano  vittime di violenza di genere: nel mondo 1 su 4  avrebbe  subito abusi almeno una volta nella vita. Nel nostro Paese le banbine e le ragazze vittime di maltrattamenti e violenze sono 3.762.  I dati raccolti nel Dossier indifesa  rilevano come  nel mondo tra le ragazze già sposate o che vivono una relazione, nella fascia d’età compresa tra i 15 e i 19 anniuna su quattro ha subito violenza fisica e/o sessuale almeno una volta nella vita da parte del partner. Nel corso degli ultimi 12 mesi, circa 15 milioni di ragazze adolescenti hanno subito rapporti sessuali contro la loro volontà, nella maggior parte dei casi a perpetrare la violenza sono mariti, partner e fidanzati (o ex).  Il fenomeno della violenza corre anche sul web a livello globale:  il 52% di ragazze e giovani donne ha subito abusi online.   Già a partire dagli 8 anni di età le bambine subiscono abusi tramite internet, mentre la maggior parte delle ragazze viene molestata per la prima volta tra i 14 e i 16 anni. In questa ricorrenza mondiale  per l’eliminazione della violenza sulle donne, Terre des Hommes lancia l’allarme anche sulle vittime minorenni, che sovente  sono ancora più vulnerabili e senza voce. In Italia i dati elaborati da Terre des Hommes dal Servizio Analisi Criminale della Direzione Centrale Polizia Criminale ci  ricordano  che il 65% dei minori vittime di reato sono femmine, in numeri assoluti si tratta di 3.762 bambine e ragazze che hanno subito maltrattamenti e violenze nel 2020.  Dati allarmanti,  tra i più alti mai registrati nella serie storica raccolta in questi dieci anni dall’organizzazione, con punte dell’89% per i casi di Violenza Sessuale Aggravata e dell’88% per quelli di Violenza Sessuale, subita l’anno scorso da ben 488 bambine e ragazze nel nostro Paese.

La violenza contro le donne- come noto- è aumentata in questi anni di pandemia da Covid-19, fino a diventare un’emergenza: contrastare la violenza di genere e promuovere una cultura di rispetto ed equità,  svolgere opera di sensibilizzazione e prevenzione, educare a relazioni non violente, sviluppare capacità di costruire relazioni basate sui principi di parità, equità, inclusività, riconoscimento e valorizzazione delle differenze, sono questi i percorsi da sviluppare in ogni sede, in ogni luogo in modo da promuovere una società in cui il libero sviluppo di ciascun individuo avvenga in accordo col perseguimento del bene collettivo.

Per approfondimenti: https://terredeshommes.it/indifesa/pdf/Dossier_indifesa_tdh_2022.pdf