Home Attualità La prima serata inizia con un omaggio al 75° anniversario della...

La prima serata inizia con un omaggio al 75° anniversario della Costituzione italiana. Benigni celebra la Costituzione italiana come un’opera d’arte e ricorda Bernardo Mattarella, padre del Presidente Sergio Mattarella.

75

Roberto Benigni celebra la Costituzione Italiana a Sanremo come un’opera d’arte. Ricorda Bernardo Mattarella, padre del Presidente Sergio Mattarella, che ha fatto parte dell’Assemblea costituente. Il festival della canzone italiana ha acquisito un’immagine istituzionale e ha conquistato i palinsesti in America e in Australia.   È  stata la prima volta nella storia del nostro Paese che un Presidente della Repubblica presenzia al Festival di Sanremo. Lo ha sottolineato anche Amadeus, ringraziando anche il dottor Giovanni Grasso, consigliere per la stampa e la comunicazione del Presidente della Repubblica e direttore dell’ufficio stampa della Presidenza della Repubblica. Durante questo momento di apertura dedicato alla Costituzione, spazio anche per l’inno nazionale  intonato da Gianni Morandi. Il Festival della canzone italiana Sanremo 2023, aperto quindi, non all’insegna della musica ma dell’istituzionalità. Dopo l’ingresso di Amadeus e Gianni Morandi,   ed i  saluti di rito,  il conduttore chiede qualche secondo di silenzio per le vittime del terremoto in Turchia e Siria. Subito dopo viene annunciata la presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che entra in un palchetto laterale. E da lì, con accanto la figlia Laura, ascolta Gianni Morandi cantare l’Inno di Mameli, con tutto il pubblico dell’Ariston in piedi. Poi subentra  Roberto Benigni,  per celebrare, con il suo appassionato intervento,  i 75 anni della Costituzione italiana. Un monologo in cui esalta la portata della nostra Costituzione, mettendo l’accento sull’articolo 21, che sancisce il diritto di esprimere liberamente il proprio pensiero. Rivolgendosi al Presidente della repubblica, Benigno ha detto:  Lei e la Costituzione avere avuto lo stesso padre – dice il premio Oscar rivolto al capo dello Stato – possiamo dire che è sua sorella”.