Home Attualità Il Sindaco di Rogliano, a proposito del suo ultimo audiovideo “...

Il Sindaco di Rogliano, a proposito del suo ultimo audiovideo “ Se ho urtato la suscettibilità di qualcuno, sono pronto a chiedere scusa”. (Clicca qui per leggere)

31

Il Sindaco di Rogliano,  a proposito del suo ultimo  audiovideo :  “  Se ho urtato la suscettibilità di qualcuno, sono pronto a chiedere scusa”.

Qualche  giorno addietro, il primo cittadino di  Rogliano, avvalendosi della pagina istituzionale di  FB,  ha postato un video messaggio con il quale informava i cittadini sulla situazione pandemica e sull’ordinanza relativa  all’interruzione delle attività didattiche in presenza.

Il primo cittadino, attraverso una nota, ritorna sull’argomento e sulle interpretazioni fornite da alcuni, spiegando  come sulla situazione epidemiologica nella scuola primaria non abbia ” minimamente inteso ad ergersi “ a maestro di genitorialità”. Conosco il senso di responsabilità di tutti i miei concittadini- scrive-  compresi i genitori degli alunni, che hanno dimostrato sempre alto senso civico, da me posto in tutta evidenza in ogni circostanza.

Il fatto di avere ravvisato la scarsa partecipazione ai test, posti a disposizione gratuita dall’amministrazione comunale- sostiene il primo cittadino –  non porta con sé altra considerazione se non quella di promuovere, tutti insieme, ulteriori fasi di screening, laddove – come in questo caso – se ne ravvisino le esigenze.

Altomare  ribadisce che “ogni iniziativa è stata assunta nel pieno rispetto della legge e delle disposizioni vigenti. Ed è stata resa operativa per la preoccupazione di tutelare la salute pubblica e di scongiurare la riproposizione di quelle fasi drammatiche

che, soprattutto nella prima ondata, abbiamo vissuto e patito.  Per questo ho adottato misure cautelative, resesi indispensabili per il riaffiorare di casi riscontrati dopo l’azzeramento del cluster delle scorse settimane, azzeramento pur dovuto – mi sia consentito – alle misure da me adottate, misure che hanno trovato la pronta corrispondenza della comunità, dei padri e delle madri di famiglia, in primo luogo, che non hanno mai smesso di dare esempi concreti e visibili circa il rispetto delle norme di prevenzione anti Covid.

Gli ultimi casi dimostrano che qualcosa non è andato per il verso giusto. Il che non vuol dire colpevolizzare qualcuno. Non posso farlo, di certo, io che, nel mio dramma di ricoverato Covid in fin di vita – Covid contratto nel pieno esercizio delle mie funzioni di sindaco impegnato a organizzare un piano di prevenzione -, ho dovuto subire dicerie e malevolenze, strumentalizzazioni e colpevolizzazioni arbitrarie (e avrò modo di dimostrarne la infondatezza con documenti alla mano).

In questa pandemia, è bene lasciare da parte ogni polemica,- sottolinea il Sindaco-  è bene lasciare stare tentazioni indagatrici che non portano a nulla, è bene prendere atto di una situazione che, specie in una fase come questa, deve vederci tutti impegnati ad arginare e, possibilmente, a sconfiggere questo maledetto virus con le armi che abbiamo in mano.

“E’ il momento di dare spazio e valore ai pregiudizi favorevoli, piuttosto che a quelli sfavorevoli. Dobbiamo agire, ciascuno per la propria parte e tutti quanti uniti, verso un’unica direzione”.  A questo punto il primo cittadino di Rogliano, Giovanni Altomare- scrive- “Se ho urtato la suscettibilità di qualcuno, sono pronto a chiedere scusa”.

Ma devo invitare a considerare le difficoltà del momento e a voler porre in conto la buona fede e lo sforzo cristallino di chi – come me – è preoccupato di scongiurare, TEMPESTIVAMENTE E PER TEMPO, altri drammi. Resto aperto – conclude il Sindaco- a consigli e suggerimenti costruttivi, anche benevolmente critici, che, nella loro sostenibilità, cercherò di mantenere presenti alla mia azione di sindaco, primo responsabile della salute dei suoi concittadini.”