Home Attualità Il Patto di Amicizia tra Santo Stefano di Rogliano e San Giovanni...

Il Patto di Amicizia tra Santo Stefano di Rogliano e San Giovanni Rotondo

44

Un Legame Duraturo per lo Scambio Culturale e la Collaborazione Intercomunale

Firmato a Santo Stefano di Rogliano il Patto di Amicizia tra il Comune del Savuto e quello di San Giovanni Rotondo. Il significato che assume per due comuni che firmano un patto di amicizia è quello di stabilire un legame formale e duraturo basato sulla reciproca collaborazione e solidarietà. Potrebbe condurre a una serie di benefici per entrambe le comunità coinvolte, tra cui lo scambio culturale, lo sviluppo economico condiviso, la cooperazione in progetti comuni e la promozione del dialogo intercomunale. Inoltre, il patto di amicizia può favorire lo sviluppo di rapporti interpersonali tra i cittadini dei due comuni, contribuendo così a promuovere la comprensione e la pace tra le persone. Per l’occasione sono giunti nel piccolo borgo del Savuto i massimi rappresentanti istituzionali della cittadina pugliese, guidati dal loro primo cittadino, Michele Crisetti, insieme al presidente del Consiglio comunale, Salvatore Ricciardi, e rappresentanti di associazioni. Alla manifestazione hanno partecipato anche rappresentanti delle associazioni e delle istituzioni locali.

Prima della rivelazione della targa posta nelle vicinanze dell’ingresso del paese, si è svolta nella sala consiliare la cerimonia conclusasi con la sottoscrizione del documento da parte dei due sindaci dei Comuni. Il patto nasce in seguito alla condivisione dell’idea di realizzare un albero luminoso durante le festività natalizie e anche per rafforzare sempre più significative relazioni culturali, economiche e spirituali con la città di San Pio. La cui statua risalta all’ingresso sempre del paese di Santo Stefano in un luogo pubblico, da diversi anni e risulta essere collocata in questo luogo per volontà di un Comitato di fedeli all’uopo costituito anni orsono.