Home Attualità Il 18 luglio è la Giornata internazionale di Nelson Mandela, simbolo...

Il 18 luglio è la Giornata internazionale di Nelson Mandela, simbolo di pace, democrazia, non violenza, libertà e uguaglianza.

38

E’ dal 2009 che, su decisione unanime dell’Assemblea Generale dell’ONU, si celebra ogni anno la giornata internazionale in ricordo di Nelson Mandela.

Nelson Mandela International Day o Mandela Day.  Una celebrazione che assume un particolare significato politico e morale nell’era in cui viviamo, dove la libertà di molti popoli, la democrazia e la pace sono duramente aggredite e messe in discussione  a causa di conflitti , violenze e mancato rispetto delle regole della convivenza civile.  La giornata odierna  è un momento per  riflettere,   operare sui valori della pace,  raccogliendo i migliori  esempi  lasciati in  eredità  da uomini e donne nella storia remota e recente per l’affermazione delle libertà individuali e collettive.

Simbolo della lotta contro l’apartheid in Sudafrica, nonché simbolo di pace, democrazia, non violenza, libertà e uguaglianza, Mandela trascorse più di 27 anni della sua vita in carcere. In questa particolare ricorrenza,  si  vuole ricordare l’importante eredità che Mandela, primo presidente di colore ed eletto democraticamente in Sudafrica nel 1994,  ci ha lasciato.  Sarà  un’occasione per riconoscere il contributo  fornito da Mandela  (soprannominato ‘Madiba’) alla lotta per la democrazia e alla promozione di una cultura di pace in tutto il mondo.

La prima giornata mondiale è stata celebrata il 18 luglio 2010. La data non è scelta casualmente: il 18 luglio 1918 Mandela nasceva nel villaggio di Mvezo a Umtata, allora parte della Provincia del Capo in Sudafrica.  Risale a dicembre  2015,  l’adozione da parte delle Nazione Unite per il trattamento dei prigionieri.  Queste regole saranno conosciute come “Nelson Mandela Rules” per onorare l’eredità del defunto presidente del Sudafrica, Nelson Rolihlahla Mandela, che  trascorse  27 anni in prigione nel corso della sua lotta per i diritti umani globali, l’uguaglianza, la democrazia e la promozione di una cultura di pace. Ricordiamo una sua celebre frase, pronunciata proprio  all’indomani della sua ritrovata libertà :

ESSERI LIBERI NON SIGNIFICA SEMPLICEMENTE ROMPERE LE CATENE MA VIVERE IN MODO TALE DA RISPETTARE E ACCENTUARE LA LIBERTÀ ALTRUI”.