Home Attualità Ieri come oggi, le donne conquistano il diritto al voto. Riflessioni a...

Ieri come oggi, le donne conquistano il diritto al voto. Riflessioni a cura delle consigliere comunali di minoranza di S. Stefano di Rogliano, Ida Paola Cerenzia e Simona Mancuso ( clicca qui per leggere)

37

“Oggi ricorre una data storica per tutte noi donne che, a distanza di 76 anni, siamo sempre impegnate nella società e nelle istituzioni, ad affermare, in ciascuna componente identitaria, il valore racchiuso nella parità di genere e quindi nella democrazia e nella libertà. La data odierna é per tutte Noi un inizio di una nuova civiltà, perché da questo momento le  donne iniziano ad impossessarsi del diritto di partecipazione al voto”. Sul faticoso percorso della parità di genere si sofferma la riflessione delle due consigliere di opposizione del Comune di Santo Stefano di Rogliano, Ida Paola Cerenzia e Simona Mancuso, impegnate  a condurre un’azione  concentrata sul raggiungimento pieno della rappresentanza di genere nelle assemblee elettive e negli esecutivi e  per  sconfiggere  pregiudizi  che   limitano ancora  le potenzialità delle donne di esprimersi nell’ambito  lavorativo, nella politica e nella società in generale.  A distanza di settantuno anni dall’approvazione del decreto  c’è  ancora molto da fare  perchè la libertà è molto di più del diritto di voto, va al di là dell’esercizio del voto, ma con l’esercizio del libero e consapevole voto, si possono ottenere e riaffermare    le libertà nei vari contesti in cui vi è presenza attiva delle donne. E’ questa la testiminianza che le due consigliere comunali intendono offrire  alla riflessione odierna, collegata  alla conquista del diritto del voto del 1945 quando di fronte ad un Paese ancora diviso dal conflitto, il Consiglio dei Ministri presieduto da Ivanoe Bonomi si apprestava a varare il  famoso decreto che verrà  promulgato il giorno successivo, I febbraio 1945, con il quale  veniva riconosciuto, appunto, il diritto di voto alle donne. Una data storica che sancisce  il trionfo della partecipazione delle donne alla vita politica del Paese che le due esponenti ricordano per  rinnovare la gioia di lottare  per  affermare i diritti e non farsi mai prendere dallo scoraggiamento  che affievolisce ogni tipo di  ideale e  di speranza. La lezione che si coglie oggi, con questa ricorrenza,  è  di rinnovare ogni giorno l’impegno a lottare sempre, anche se a volte si perde  una scaramuccia.

 Ida Paola Cerenzia e Simona Mancuso ricordano come le lotte portate avanti negli anni.  condussero le   donne a  votare per il Referendum istituzionale e per le elezioni della Assemblea costituente e  nelle elezioni amministrative precedenti dove, attraverso la libertà di candidarsi e di esprimersi attraverso il voto,  fu eletta una  significativa presenza femminile nei consigli comunali. Sui banchi dell’Assemblea costituente sedettero le prime parlamentari: nove della DC, nove del PCI, due del PSIUP ed una dell’Uomo qualunque.

L’impegno continua e Noi, nel nostro piccolo, da consigliere comunali continueremo nelle battaglie di civiltà affinché la parità di genere trionfi e – sostengono le due consigliere comunali di

S. Stefano di rogliano – si affermi nelle nostre comunità, senza pregiudizi o strumentalizzazioni, garantendo a ciascuna la piena cittadinanza al di là del colore politico o peggio ancora dell’appartenenza a gruppi di interessi. Partendo dalle piccole comunità si rinnova, quindi,  l’impegno  a lottare sempre, dentro e fuori delle istituzioni,   in difesa della libertà senza la quale non potrà esistere  giustizia alcuna.