Home Attualità I piccoli Comuni motori dell’economia del Paese. Ida Paola Cerenzia commenta i...

I piccoli Comuni motori dell’economia del Paese. Ida Paola Cerenzia commenta i risultati di uno studio alla luce delle realtà locali del Savuto. I comuni del Comprensorio siano attenti protagonisti dello sviluppo del territorio

33

I piccoli Comuni motori dell’economia del Paese.  Non è una semplice opinione espressa per senso di appartenenza ad una piccola comunità,  ma soprattutto  il risultato di uno studio, reso pubblico attraverso la stampa nazionale e locale, Ida Paola Cerenzia, consigliere comunale di Santo Stefano di Rogliano (CS) e capogruppo consiliare di ” Comune in Comune”, commenta i dati rilevati dall’analisi effettuata dalla Cgia che definisce i piccoli comuni italiani “il motore dell’economia produttiva italiana” (lo studio non include però i settori dell’agricoltura, dell’intermediazione finanziaria, delle assicurazioni e della Pubblica Amministrazione).Nelle amministrazioni con meno di 20 mila abitanti è ubicato, infatti,  il 41%   delle imprese italiane  e dei  lavoratori dipendenti (esclusi quelli pubblici).  La maggior  parte delle aziende italiane e di lavoratori dipendenti ha base, quindi,  nei piccoli comuni dell’Italia. Ecco perché le realtà più piccole del nostro Paese producono più Pil delle grandi città.  Ida  Paola Cerenzia, capogruppo   consiliare del piccolo Comune del Savuto,  commenta i dati rilevati  dall’ analisi della Cgia che definisce i piccoli comuni italiani “il motore dell’economia produttiva italiana” (lo studio non include però i settori dell’agricoltura, dell’intermediazione finanziaria, delle assicurazioni e della Pubblica Amministrazione). Se eleviamo  la soglia, nei comuni sotto i 100mila abitanti, il Pil prodotto è il 66 per cento del totale, si impiega il 69 per cento degli addetti nelle imprese private e le imprese ubicate sono addirittura il 71 per cento. Tranne che in Lazio e in Liguria, la  gran  parte della ricchezza nel Paese viene “generata” in questa classe dei Comuni.  Le  amministrazioni locali del Comprensorio Savuto dovranno  porre maggiore  attenzione sui temi di grande interesse sociale ed economico del sistema Paese, “ragionando in grande”, sostenendo con fatti concreti i sistemi produttivi locali,  proponendo e realizzando  progetti adeguati alla crescita dell’economia locale. Gli amministratori locali dei  piccoli Comuni , ubicati nel comprensorio a sud di Cosenza,  dovranno spendere le loro energie  nel  costruire una rete di servizi efficienti per sostenere  lo sviluppo locale, indirizzando l’attenzione  sulla tutela dell’ambiente, sull’adeguatezza delle infrastrutture, sul recupero del patrimonio artistico e culturale presente sul territorio. I  piccoli Comuni distribuiti nella zona dovranno dotarsi  di piani   che  accolgano i frutti e la creatività proveniente dal mondo giovanile e da settori avanzati dell’economia. Le amministrazioni locali – sostiene ancora  Cerenzia- di fronte a questi dati devono ricercare unità di intenti per   redigere  progetti di fusione dei Comuni laddove il territorio  risulta  già integrato e unito, non solo a livello orografico, ma soprattutto  a livello urbanistico,  infrastrutturale e di servizi. I  dati che emergono dallo studio  dimostrano come degli 825,4 miliardi di euro di valore aggiunto prodotto da tutte le aziende private presenti nel Paese (pari a poco meno della metà del Pil nazionale), 541,7 miliardi siano generati nelle piccole e medie Amministrazioni comunali e 283,6 miliardi nelle grandi. Ciò deve spronare tutti i Sindaci e gli amministratori locali a lavorare per costruire insieme nuovi modelli di sviluppo avanzati, soffermando la loro attenzione  sui vari comparti produttivi, utilizzando le risorse pubbliche, provenienti dal PNRR e da altre fonti, con parsimonia,   lungimiranza e trasparenza. Nella seconda decade di settembre, la Calabria ospiterà l’assemblea nazionale dei Sindaci dei Piccoli Comuni d’Italia, la festa nazionale dell’Anpci e la cerimonia finale del Premio letterario Nazionale, riservato alla promozione e valorizzazione dei Comuni di piccole dimensioni demografiche. Un evento straordinario, una due giorni ricca di eventi,  che si svolgerà sul territorio del Comune di Staletti (CZ) , località Copanello, nella splendida cornice della Baia dell’Est, a testimonianza dell’insostituibile  ruolo che svolgono gli enti locali in favore delle popolazioni, dell’ arte, della cultura e dell’economia del  sistema Paese. I dati che emergono confermano ancora una volta come i Piccoli Comuni siano il vero motore dell’economia produttiva del Paese e governarli con  conoscenza, scienza e  competenza, fa bene all’economia del  proprio  Comune  e all’economia dell’intero Paese.