Home Attualità I governi locali che rifiutano, avversano e ostacolano la trasparenza e l’informazione,...

I governi locali che rifiutano, avversano e ostacolano la trasparenza e l’informazione, alimentano, in modo consapevole o irresponsabile, una mentalità mafiosa

16

I Comuni hanno il dovere di attuare una comunicazione pubblica, puntuale e cristallina, avvalendosi dei canali istituzionali individuati dalla norma e dalle nuove tecnologie. I governi locali che rifiutano, avversano e ostacolano la trasparenza e l’informazione, alimentano, in modo consapevole o irresponsabile, una mentalità mafiosa e arrogante.

  I DIRITTI SANCITI DALLA NORMA non possono essere STRUMENTALIZZATI E “SOMMINISTRATI” SOTTO FORMA DI favore. Cosicché un buono spesa, la somministrazione di un vaccino in esubero, un ristoro o un qualsiasi provvedimento da erogare, per legge nei confronti dei soggetti in difficoltà, sovente, come dimostrano i fatti, vengono trasformarti come “allettanti” momenti per lucrare consenso, per trarre benefici sul piano delle visibilità personale e di gruppo.

Diventa così  una fase “politica” da cui trarre profitto politico, sedare il dissenso e incassare indulgenze.

E’ ripugnante assistere a questo mercimonio, a questo traffico di ingiustizie che alimenta e incentiva la disuguaglianza sociale, aumentando i conflitti tra i poveri.

La Libertà, la trasparenza ed i valori di un Paese, si difendono dal basso e l’essenza, l’humus della, democrazia sarà sempre espresso dalle opposizioni consiliari, che offrono alle comunità un  servizio dettato dalla passione e dall’alto senso civico.
Le comunità presenti nei piccoli borghi devono far sentire le proprie voci, devono  impossessarsi del  loro  diritto di controllo sociale , onorando  il principio in base al quale  le libertà e gli spazi della democrazia si difendono innanzitutto  dal basso, partendo proprio dai  piccoli Comuni.  Ampliare  la rete  del controllo sugli atti è importante per prevenire fatti e gesti che possano indurre allo sperpero e  al malaffare. Oggi più che mai si avverte la necessità  di dotare i Comuni di governi efficienti ed efficaci,  in grado di produrre idee ed  opere che creino sui rispettivi territori di competenza  sviluppo sostenibile , guardando fuori dai confini del proprio municipio, interagendo armonicamente con le altre realtà locali omogenee. Il nostro  sistema Paese ha bisogno di talenti, onestà e competenze ma anche di efficaci controlli a livello di istituzioni locali per  scongiurare ipotesi di reato e l’intervento della magistratura.  Abbiamo esempi di grandi sperperi che si consumano anche nei piccoli Comuni,  di strutture e impianti abbandonati a se stessi, mai utilizzati e messi in funzione, di scuolabus  acquistati con risorse pubbliche e mai messi su strada,  di centinaia di cartelle emesse nonostante siano state già pagate…….Insomma guardare i problemi dal “basso verso l’alto” consente di comprendere  meglio  i tanti e complessi problemi del sistema Paese .

francogarofalo1@gmail.com