Home Attualità Giunta regionale, settimana decisiva per chiudere il cerchio

Giunta regionale, settimana decisiva per chiudere il cerchio

34

Sarà questa la settimana in cui i calabresi vedranno  nascere  la  nuova giunta , presieduta dalla neo eletta Presidente Jole Santelli. Alle due nomine effettuate in questi giorni,  Sandra Savaglio e Sergio de Caprio, dovranno seguire le altre sulle quali la Presidente ha lavorato per assegnare quella “impronta politica” annunciata per  il completamento dell’esecutivo che sta per nascere.  Il mino esecutivo, composta dall’assessore alla Pubblica Istruzione  (Savaglio) e all’ambiente (De Caprio)  è operativo  e potrebbe  essere convocato per iniziare a svolgere le sue funzioni istituzionali. Il  completamento dell’esecutivo avverrà prima dell’esordio  della riunione del Consiglio regionale, programmata per giorno 9 marzo prossimo  presso il  Palazzo Campanella (RC) dove prenderà il via l’undicesima legislatura regionale.

I nomi che circolano all’interno  del centro destra, coalizione chiamata dagli elettori ad  esprimere  le politiche della Regione Calabria per i prossimi cinque anni, sarebbero  quelli dell’azzurro Gianluca Gallo, primo degli eletti e Fausto Orsomarso  ( fratelli d’Italia). L’UDC punterebbe su Franco Talarico e sempre secondo indiscrezioni,  per la CDL il più quotato sarebbe Claudio Parente, già consigliere regionale nella passata legislatura.

Per la Lega si fa il  nome di Anna Maria Mancuso, già senatrice e presidente di “Donna Olus”.

La Presidenza del consiglio assume un significato rilevante nella distribuzione delle deleghe in quanto  andrebbe ad incidere complessivamente nella  rappresentanza politica dell’esecutivo. La Lega punterebbe all’assessorato all’agricoltura e il profilo ideale per l’assegnazione della specifica delega era ed è individuabile nel consigliere  Pietro Molinaro, già Presidente della coldiretti calabrese e conoscitore delle dinamiche del comparto.  La regola interna  individuata dalla Lega secondo cui il consigliere regionale nominato assessore dovrebbe  dimettersi dall’incarico di Consigliere  indebolirebbe  tale ipotesi  che comunque non sarebbe stata del tutto accantonata.

Per la Presidenza del consiglio prende quota  l’indicazione del consigliere Sinibaldo Esposito, eletto nella lista CDL che a questo punto metterebbe in dubbio la  nomina di  un altro esponente della CDL all’interno dell’esecutivo regionale.

Non è esclusa l’ipotesi che in giunta  possa trovare collocazione anche l’attuale assessore del Comune di Cosenza,  Rosaria  Succurro .