Home Attualità Giletti difende Fiumefreddo e Tansi: “persone di cui l’Italia dovrebbe essere...

Giletti difende Fiumefreddo e Tansi: “persone di cui l’Italia dovrebbe essere contenta”

47

“ Io vado avanti, tutto questo mi fortifica”. Con queste parole, visibilmente amareggiato, Massimo Giletti apre la sua trasmissione domenicale “ L’Arena” del 5 marzo 2017. Racconta delle minacce ricevute dall’avv. Fiumefreddo e da Carlo Tansi, entrambi ospiti delle sue trasmissioni, impegnati ambedue nella lotta al sistema corruttivo. Il giornalista rivela di essere stato anche Lui minacciato. Visibilmente amareggiato , ma con ferma energia ribatte che le “minacce e le pressioni che ho avuto in questa settimana sono solo uno stimolo per andare avanti. Andare avanti aggiunge ancora – rivolgendosi a Fimefreddo e Tansi- per “rispettare persone come loro, persone di cui l’Italia dovrebbe essere contenta e sulle quali poggiare il proprio futuro, oltre al presente. A loro dico che sono qua, fin quando mi lasceranno stare in questo posto, io sono con loro e L’Arena è aperta per loro.
Poi aggiunge dicendo che qualcuno “è convinto che a L’arena si interessi solo della Sicilia” a questo punto con toni decisi smentisce ed “elenca tutte le Regioni che sono state oggetto delle varie trasmissioni. Risponde anche alla polemica sollevata dal Presidente dell’assemblea della regione Sicilia , on. Giovanni Ardizzone per le puntate dedicate alla sua regione. Il famoso conduttore televisivo legge quanto sostenuto dal Presidente dal Presidente Ardizzone. “Da Giletti ancora bugie e faziosità”, “Da Giletti disinformazione continua”, “Querelo Giletti e la Rai per le notizie false”. E’ nella sua libertà dirle- ha commentato Giletti – , ma poi bisogna stare molto attenti perché quando si butta al pubblico ludibrio una persona bisogna ponderare le parole.