Home Attualità Franco Adamo, eletto presidente della sezione intercomunale Anpi Savuto Cosentino, intitolata...

Franco Adamo, eletto presidente della sezione intercomunale Anpi Savuto Cosentino, intitolata a Donato Bendicenti

33

Con l’elezione del Presidente e dei componenti degli organismi statutari, è stato  completato  il percorso fondativo della sezione intercomunale ANPI Savuto Cosentino, intitolata a Donato Bendicenti. L’assemblea elettiva, svolta  presso il  museo di arte sacra  di Rogliano, è stata aperta dalla segretaria politica ANPI Provincia di Cosenza, Maria Pina Iannuzzi, e dal presidente Matteo Dalena, il quale ha rimarcato la necessità di un «gruppo dirigente fatto di uomini e donne liberi, cioè senza legacci né padrini politici, di un gruppo di persone che non utilizzerà l’ANPI per fare passerella o “scalata” ma che secondo gli obiettivi statutari dovrà adoperarsi sul doppio binario della memoria partigiana e antifascista e della realizzazione e difesa dei dettami Costituzionali». Al termine del dibattito improntato sulla necessità di coinvolgere e formare le nuove generazioni ai temi della pace, della democrazia e dell’accoglienza come argine ai nuovi fascismi, l’assemblea ha eletto le proprie cariche. La presidenza è stata affidata a Franco Adamo che si è detto grato per il ruolo affidatogli «in uno dei momenti più critici della storia repubblicana e in un territorio, il Savuto, dalla forte tradizione partigiana e antifascista». Classe 1949, da giovanissimo Adamo è emigrato in Piemonte e si è iscritto al PCI in seno al quale ha ricoperto vari incarichi. Consigliere comunale a Chivasso (To) dal 1975 al 1998, Adamo è entrato a far parte del consiglio di fabbrica della Lancia. Risale al 1970 la sua prima tessera dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia. Rientrato a Colosimi (Cs) da pensionato Adamo ha continuato il suo impegno nell’amministrazione del comune del Savuto Cosentino per due mandati e come dirigente regionale di partito. Adamo è stato scelto dall’assemblea di sezione per la «sua vita intera spesa a fianco dei lavoratori, in difesa della democrazia e della Costituzione repubblicana, come si addice a un militante antifascista». Alla vicepresidenza della sezione sono stati eletti Giuseppe Tiano (con funzioni di vicario) e Valentina Ricca Zupi. La segreteria e la tesoreria sono state affidate a Francesco Minardi. Completano il direttivo Maria Montanaro, Clara Rizzuto, Tonio Costanzo, Tiziana Costanzo e Ciro Servillo