Home Attualità Festival delle Invasioni 2024: Cosenza si prepara ad accogliere arte e inclusione

Festival delle Invasioni 2024: Cosenza si prepara ad accogliere arte e inclusione

49

Dal 19 al 27 luglio, una settimana di eventi culturali, musicali e teatrali animerà la città con artisti di fama nazionale e internazionale.

BigMama, Shari, N.A.I.P., Alborosie & Shengen Clan, Moses, Marina Rei, Carmen Consoli, Rosa Chemical (opening act Queen of Saba), e Diaframma. Questi sono gli artisti nazionali e internazionali che si esibiranno al Festival delle Invasioni 2024. La storica manifestazione, nata a Cosenza nel 1998, si terrà dal 19 al 27 luglio, animando l’intera città di Cosenza con eventi culturali, musicali e teatrali, attività sportive e di benessere, mostre e molto altro. Il festival è nato con l’obiettivo di raccontare diverse espressioni artistiche, pensato per una città inclusiva, con una visione che integra, accoglie e non esclude.

“Oggi – ha detto il Sindaco Franz Caruso durante la conferenza stampa tenutasi nel salone di rappresentanza di Palazzo dei Bruzi – sveliamo un percorso e proponiamo alla città, dal 19 al 27 luglio, un Festival delle Invasioni legato quest’anno a una filosofia ben ponderata. Invasioni – ha aggiunto Franz Caruso – è il risultato di una filosofia che si collega anche alle ultime iniziative ospitate dalla nostra città, come il colorato e inclusivo ‘Cosenza Pride 2024’. Cosenza – ha sottolineato Franz Caruso – è la città dei diritti, e ‘Invasioni’ rappresenta quella filosofia di inclusione e integrazione, perché la città è di tutti. Questo principio si riflette anche nelle scelte artistiche, tutte significative, perché tutti gli artisti presenti hanno una storia e portano esperienze importanti nel campo dei diritti”. Franz Caruso ha poi evidenziato l’importante e impegnativo lavoro del settore cultura della città, che ha messo in piedi un cartellone ricco con artisti di alto livello nel panorama musicale e teatrale. “Siamo tornati ai livelli del 1998, quando il Festival delle Invasioni iniziò, e sono orgoglioso delle numerose iniziative programmate, che invaderanno la città e i luoghi più significativi del centro storico (Piazza XV Marzo, Piazza Duomo) e l’anfiteatro di Piazza Amendola, vicino alla Casa della Musica e al Cinema Tieri”.

Il Sindaco ha poi ricordato che tutta la sezione teatrale di “Invasioni” (sette spettacoli in totale) è dedicata a Franco Dionesalvi e Antonello Antonante, scomparsi il 6 luglio di due anni fa, fondamentali per la creazione di “Invasioni”. Ha infine invitato cittadini e commercianti a partecipare con iniziative e progetti al Festival. “Cosenza si candida così a essere un punto di riferimento non solo per la Calabria, ma per tutto il Meridione. Invasioni è un momento di vita comune per una comunità viva e solidale”.

Diversi luoghi della città saranno coinvolti, da Piazza XV Marzo a Piazza Duomo, al Teatro all’aperto del Cinema A. Tieri, a Corso Telesio, alla Villa Vecchia e molti altri luoghi del centro storico. Tutti gli eventi sono gratuiti.

Gli “sguardi diffusi” sono un concetto legato alla filosofia positiva dello sguardo. “Sguardi diffusi – ha spiegato la consigliera delegata alla Cultura, Antonietta Cozza – si riferisce alla pratica di adottare uno sguardo aperto, attento e rispettoso verso gli altri e il mondo circostante. Si tratta di una prospettiva che cerca di cogliere e apprezzare la bellezza e le possibilità nascoste in ogni situazione e persona. Gli sguardi diffusi incoraggiano la gratitudine, l’empatia e la consapevolezza, permettendo di vivere una vita più ottimistica e apprezzativa. Questo approccio mira a trasformare la nostra visione del mondo, concentrandosi sugli aspetti positivi”.

Gli artisti cosentini Daniel Cundari, Renata Antonante, Mariasilvia Greco, Lindo Nudo, Dario De Luca ed Ernesto Orrico introdurranno i cantanti sul palco leggendo brevi scritti tratti da importanti testi letterari. Inoltre, ogni sera dopo gli spettacoli, a partire dalla mezzanotte, ci sarà un Dj Set alla Villa Vecchia.

L’intero programma è stato presentato questa mattina durante la conferenza stampa moderata dal giornalista Giuseppe Di Donna, responsabile dell’ufficio stampa del Comune di Cosenza. Il festival è candidato all’Avviso “Eventi di promozione culturale 2024” finanziato con risorse Pac 2014/2020 – Az. 6.8.3. dalla Regione Calabria Dipartimento Istruzione formazione e pari opportunità – Settore Cultura.

Il Direttore artistico del festival, Gianluigi Fabiano, ha dichiarato: “Sarà un festival che vivrà in diversi luoghi identitari della città e ospiterà varie iniziative culturali. Abbiamo accolto la richiesta del Sindaco dando vita a un progetto eterogeneo, dalle mille sfumature, che vuole raccontare sguardi e culture differenti”. La coordinatrice del festival, Carmela Caligiuri, ha aggiunto: “Grande spazio sarà dedicato al teatro con le principali compagnie del panorama calabrese. Il 20 luglio al Teatro all’aperto del Cinema A. Tieri ci sarà il concerto ‘Spiriti Maligni’ dell’artista poliedrico Max Mazzotta, che torna a indossare i panni del cantautore. Il 22 luglio avremo Saverio La Ruina con ‘Via del Popolo’, premiato con l’Ubu 2023 per il miglior nuovo testo italiano. Il 23 luglio lo spettacolo ‘Giufà e il Mare’, scritto da Antonello Antonante, della compagnia Centro R.A.T. Il 24 luglio l’associazione culturale Methexis con ‘Alla ricerca di una rosa ancora rossa’ di Renata Antonante e il 26 luglio ‘Night and Gay’ di Alessandro Skanderbeg della compagnia Rossosimona, che quest’anno compie 25 anni di attività. Spazio anche ai più piccoli con Angelo Gallo e il suo teatro dei burattini”.

Inoltre, il 20 luglio Paola Morano ci accompagnerà in una passeggiata culturale tra le bellezze della città. Per i più piccoli, il 22 luglio sarà allestito alla Villa Vecchia uno spazio dedicato alle attività sportive con l’Accademia Calcio Cosenza di Carmine Carbone e il 25 luglio uno spazio dedicato ai giochi con l’associazione Joka Calabria. Il 22, spazio alle parole con la presentazione del libro ‘Testimoni di Coraggio’ di Daniela Valente, direttrice della casa editrice ‘Coccole books’. Il 24 luglio ci sarà ‘Invasioni di benessere’, con la dottoressa Anna Scaglione che ci guiderà in un viaggio interiore alla scoperta del sé. Il percorso di Mindfulness si concluderà con una colazione speciale grazie alla collaborazione con il Centro polivalente per l’autismo e le disabilità con bisogni complessi ‘ODV’. Il 26 luglio, lungo Corso Telesio, si terrà ‘Di Piazza in piazza, festival delle Arti di strada’, in collaborazione con Be Alternative.

Il festival inizierà il 19 luglio, alle 18.30, con l’inaugurazione alla Casa delle Culture della mostra fotografica “Sguardi sulla città”, a cura di Francesco Arena. Protagonista della prima giornata anche Sergio Crocco con lo spettacolo “Le Lavannare”. La sera, alle 22.00, spazio alla musica con la prima line-up del Festival: sul palco di Piazza XV Marzo saliranno BigMama, Shari e N.A.I.P.. Marianna Mammone, in arte BigMama, è tra le novità più talentuose del panorama musicale italiano, con testi schietti che sensibilizzano e colpiscono l’ascoltatore. Shari, classe 2002, è una voce delicata ma potente, capace di spaziare tra sonorità black, nu-soul, r&b, urban, rap, pop ed elettronica. N.A.I.P., acronimo di “nessun artista in particolare”, utilizza batteria elettronica, synth, loop station, chitarra e voce, introducendo per la prima volta nella sua discografia il dialetto calabrese.

Per approfondire: https://www.comune.cosenza.it/archivio10_notizie-e-comunicati_0_21666.html