Home Attualità Calabria. l’ex Presidente Oliverio assolto da corruzione.

Calabria. l’ex Presidente Oliverio assolto da corruzione.

18

Assolto l’ex Presidente Mario Oliverio  dalle accuse di corruzione e abuso d’ufficio nell’ambito dell’inchiesta Lande Desolate, riferita a sue presunte irregolarità in alcuni appalti.

“Vi ricordate il processo contro il presidente Oliverio, il famigerato “LANDE DESOLATE” che lo mise in obbligo di dimora nel suo Comune e da cui inizia il veto verso la sua candidatura e le disgrazie elettorali del centrosinistra in Calabria?
Oliverio, io e Nicola (che eravamo stati inseriti successivamente in chiusura indagine) siamo stati TUTTI ASSOLTI perché il FATTO NON SUSSISTE!!!

Il post è pubblicato direttamente dalla deputata del PD, Enza Bruno Bossio, dopo la decisione assunta  dal  GUP di Catanzaro Giulio De Gregorio nell’ambito del processo con rito abbreviato “Lande desolate” . Oliverio, difeso dagli avvocati Enzo Belvedere e Armando Veneto, era accusato di abuso d’ufficio e corruzione. La Procura aveva chiesto una condanna a 4 anni e 8 mesi di carcere. L’inchiesta della Procura di Catanzaro riguarda presunte anomalie riscontrate nella realizzazione di tre opere pubbliche (due delle quali incompiute): l’aviosuperficie di Scalea, l’ovovia di Lorica e piazza Bilotti a Cosenza (unica portata a termine). Assolti anche “perché il fatto non sussiste” nel corso di altra udienza che si è svolta stamane davanti al gup di Catanzaro anche la parlamentare del Pd Enza Bruno Bossio del Pd e suo marito Nicola Adamo. Secondo l’ipotesi accusatoria smentita dalla sentenza odierna, gli imputati avrebbero cercato di rallentare l’esecuzione dei lavori di Piazza Bilotti, eseguiti dal “gruppo Barbieri” che, in cambio, avrebbe ottenuto ulteriori finanziamenti per altri lavori ritenuti dall’accusa “non dovuti né legittimamente esigibili”. “Oggi il gup ha stabilito che ‘il fatto non sussiste’ e assolto l’ex presidente Mario Oliverio con la formula più ampia. Oliverio ovviamente è molto soddisfatto perché da questa assoluzione nasce il riscatto rispetto al danno arrecato alla sua immagine, considerato che era stato raggiunto da un provvedimento cautelare restrittivo proprio mentre era in carica e in seguito la segreteria romana del suo partito, proprio a causa di questo processo, non aveva voluto ricandidarlo. Non meritava questo trattamento dopo tanti anni di politica”, ha affermato in una dichiarazione uno dei legali di Oliverio, l’avvocato Enzo Belvedere.