Home Attualità elezioni, nel CD si ritorna a parlare della candidatura di Roberto...

elezioni, nel CD si ritorna a parlare della candidatura di Roberto Occhiuto

41

Elezioni regionali, negli ambienti politici del centro destra si ritorna a parlare della candidatura a Presidente della regione Calabria,  dell’on. Roberto Occhiuto, Vice Presidente vicario di FI alla camera dei deputati,  fratello dell’attuale sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto.  La candidatura  del deputato   è stata rilanciata in queste ore e sembra che stia prendendo  piede negli ambienti della coalizione, conferendo ad essa  un’alta percentuale di ottimismo.

Nulla ancora di ufficiale, comunque,  a distanza di qualche settimana dalla presentazione delle liste anche se tutto sembra avviarsi a conclusione,  vista l’insistenza di molti a chiudere presto la partita che sta stressando il popolo che si identifica nel CD.

La proposta  di candidare Roberto Occhiuto( nella foto), ripresa  e riportata sui social e nei vari gruppi presenti su wa, farebbe  pensare che la soluzione  sia imminente e  che  la notizia potrebbe arrivare da un momento all’altro.

L’attesa cresce anche per i diretti interessati che in questi giorni sono stati tirati in ballo  dalle varie testate giornalistiche che hanno registrato voci, opinioni e profili politici diversi.

La proposta di candidare l’on Roberto Occhiuto, nasce in seguito alla presa di posizione assunta dal Matteo Salvini, una linea  intransigente e ferma, che ha  stroncato  da tempo ogni possibilità di condividere la proposta di candidare alla presidenza il Sindaco della città Bruzia, fratello di Roberto.

Forza Italia non è riuscita nell’impresa di far condividere ai partner  del CD la proposta di candidare Mario Occhiuto, alle elezioni  della Calabria, programmate per il prossimo 26 gennaio 2010, anche se al Sindaco di Cosenza  viene riconosciuto il merito di  aver cambiato il volto della sua Città.  Sulla candidatura di Mario Occhiuto ha certamente influito ed ha avuto un peso non indifferente la dichiarazione di dissesto finanziario, avvenuta di recente,  del Comune che ha  reso ancor più arduo  far digerire alla Lega la  proposta avanzata da Forza Italia. Poco o nulla sono valse le giustificazioni addotte secondo cui, appunto, le maggiori responsabilità del disastro finanziario in cui versa il  Comune debbano essere ricercate nelle gestioni del passato.

Da  tempo il  sindaco di Cosenza, sostenuto da  Comitati all’uopo costituiti sul territorio regionale, si è prodigato  sul territorio per raggiungere l’obiettivo della candidatura a sostegno della quale erano  sorti  nei diversi comprensori Comitati  di volontari.

In attesa che il CD sciolga il nodo della candidatura alla Presidenza, gli altri candidati,  quelli ufficiali, resi tali da dichiarazioni pubbliche e legittimati dai vari partiti e movimenti, sono già al lavoro per promuovere  i loro programmi, le loro idee e i loro desideri per “trasformare” questa vessata terra di Calabria.