Home Attualità Elezioni consiglio provinciale mercoledì 20 dicembre 2023. Cinque i candidati per...

Elezioni consiglio provinciale mercoledì 20 dicembre 2023. Cinque i candidati per il Savuto, due Sindaci (Papaianni e Nicoletti) tre i consiglieri comunali (Gigliotti, Altomare e Mancuso)

101

Elezioni del Consiglio Provinciale del 20 dicembre 2023. L’intero processo di voto, pianificato dalle 7:00 alle 22:00, avrà luogo presso i seggi allestiti con cura nella sede istituzionale della provincia, situata in Piazza XV Marzo, a Cosenza.

Le procedure di voto, regolamentate dalla legge e da disposizioni operative specifiche del Segretario Generale della Provincia di Cosenza, delineano un contesto dove la trasparenza e la conformità alle normative vigenti sono prioritarie.

Gli elettori chiamati a partecipare sono i Sindaci e i Consiglieri comunali dei Comuni compresi nel territorio della provincia di Cosenza, in carica alla data delle elezioni del 20 dicembre. Questa scelta riflette l’importanza di coinvolgere chi già contribuisce attivamente alla governance delle comunità.

La carica di Consigliere Provinciale è aperta a Sindaci e Consiglieri Comunali dei Comuni compresi nel territorio della Provincia, con l’eleggibilità vincolata alla carica in corso alla data del termine per la presentazione delle candidature. Questo criterio mira a garantire che coloro che aspirano a un ruolo nel Consiglio Provinciale abbiano una legittimazione chiara e un coinvolgimento attuale nell’amministrazione locale.

Il panorama delle candidature presenta cinque liste, ognuna con dodici aspiranti consiglieri, totalizzando sessanta candidati. Questa diversità di proposte evidenzia la varietà di prospettive e competenze che potrebbero arricchire il Consiglio Provinciale nel prossimo mandato.

Il sistema di voto rimarrà invariato, mantenendo la caratteristica del secondo grado, con solo gli amministratori eletti nei rispettivi comuni chiamati alle urne. Nel frattempo, l’attesa di una riforma che possa portare a una maggiore partecipazione diretta delle popolazioni alle elezioni provinciali persiste, con la speranza di attribuire maggiori competenze e risorse agli enti intermedi.

Le liste dei candidati, sebbene stilate secondo il consueto metodo, hanno generato dibattiti poiché manca il coinvolgimento diretto degli iscritti e della popolazione. La mancanza di percezione dell’importanza di queste elezioni in molte comunità è palpabile, evidenziando la necessità di maggiore coinvolgimento e informazione sugli sviluppi politici.

Le “grandi manovre” politiche sono visibili soprattutto nelle aree politiche, con prove muscolari e fibrillazioni in corso per conquistare posizioni e ottenere possibili rivincite.

Infine, nel Savuto, cinque candidati si distinguono, tra cui due sindaci (Lucia Papaianni(Paterno Calabro e Lucia Nicoletti- S. Stefano di R. ) e tre consiglieri comunali ( Gigliotti – Pedivigliano, Altomare- Figline V. e Mancuso (Scigliano), ), aggiungendo un’interessante dinamica alla competizione.