Home Attualità E’ la giornata mondiale dell’abbraccio. Una festa che si celebra il...

E’ la giornata mondiale dell’abbraccio. Una festa che si celebra il 21 gennaio per combattere il malumore

40

 SI CELEBRA OGGI, SABATO 21 GENNAIO il  National Hugging Day, ovvero la Giornata Mondiale degli Abbracci. Un giorno intero   dedicato

agli abbracci, gesto affettivo che  determina  una moltitudine  di  benefici  sia a livello fisico  che  mentale. Questa è anche una festa dai molteplici risvolti. Il primo per mettere alle spalle il Blue Monday, ovvero il giorno più deprimente dell’anno, il secondo  in quanto  l’abbraccio da solo può combattere il malumore e riportare il buonumore. Il gesto rappresenta un toccasana per il benessere complessivo della persona in quanto  esprime amore, empatia, affetto e calore, importanti per  Il tutto nasce nel 1986 per volontà di un sacerdote, Kevin Zaborney, che in Michigan si inventa questa pratica che nel giro di pochi anni conquista il mondo intero. Quella di oggi rappresenta anche l’occasione per ricordare quali sono gli effetti benefici associati a questo gesto molto semplice, ovvero quello dell’abbraccio. Tra tutti quello chimico del rilascio dell’ossitocina, un ormone che aiuta a ridurre i livelli di stress. La ricorrenza nata in America serviva a contrastare la tristezza del Blue Monday. L’evento che  ci ricorda uno dei gesti più semplici e naturali, purtroppo, in questi anni di pandemia da Covid-19 è  stato represso, inibito  e quasi vietato in  rispetto alle  norme sul distanziamento fisico . In attesa che questo naturale gesto possa ritornare ad esprimersi a brevissima scadenza, vediamo insieme  come è nato e perchè si celebra proprio oggi- La Giornata mondiale dell’abbraccio, o National Hugging Day, è stata istituita nel 1986 in Michigan, per opera del reverendo Kevin Zaborny.

Di recente alcuni  ricercatori hanno appurato che gli abbracci e le carezze della mamma riducono notevolmente la durata del pianto dei bambini alleviando la risposta al dolore. Secondo un altro studio condotto alla School of Medicine dell’Università della California, dall’abbraccio deriverebbero dei reali benefici per il nostro organismo. Lo stimolo emotivo che si prova, secondo i ricercatori, contribuisce alla produzione di ossitocina, un ormone significativo   per il benessere psico-fisico e sessuale.

Un caro abbraccio,  insieme ad un sincero sorriso, aggiungiamo Noi,   aiuta  molto ad affrontare   con ottimismo la giornata che abbiamo di fronte.  Un caro abbraccio a tutti e tutte amiche e amici de “L’eco della valle”.

Un gesto che sembra banale, l’abbraccio, ha invece un impatto decisamente positivo sull’umore delle persone. Basti pensare che ricevere o trasmettere questa sensazione porta, oltre all’aumento della già citata ossitocina, anche risvolti psicologici, ma anche emotivi e sociali. Secondo studi, l’abbraccio provoca anche di un calo del cortisolo, ovvero la conseguente riduzione dello stress, sia percepito che misurato. Ma non è finita qui. L’abbraccio ha effetti positivi sulla salute cardiovascolare, sull’aumento delle capacità di difesa dalle infezioni e, naturalmente sull’umore. Gli abbracci favorirebbero la riduzione dei conflitti, il rafforzamento di attaccamento e dei legami, come l’aumento della capacità di riconoscere l’empatia.

QUANTO DEVE DURARE UN ABBRACCIO

Nella Giornata Mondiale dell’Abbraccio è lecito chiedersi se porta così tanti benefici, quanto deve durare questo gesto? Anche in questo caso, studi, indicano in 20 secondi l’abbraccio ideale. Sarebbe questo, infatti il tempo necessario per stimolare l’ossitocina.