Home Attualità Donare Sangue: Un Gesto che Salva Vite e Crea Connessioni

Donare Sangue: Un Gesto che Salva Vite e Crea Connessioni

35

Tema di quest’anno: Il sangue ci mette tutti in relazione

 Oggi 14 giugno 2024 si celebra la Giornata Mondiale del Donatore di Sangue, un’occasione per ringraziare chi dona e sensibilizzare sull’importanza della donazione volontaria. L’evento è promosso dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Questa data è stata scelta perché coincide con il compleanno di Karl Landsteiner, scopritore dei gruppi sanguigni e co-scopritore del fattore Rhesus. Il tema di quest’anno per la Giornata Mondiale del Donatore di Sangue è “Il sangue ci mette tutti in relazione” (Blood connects us all). L’Olanda è il paese selezionato per ospitare l’evento principale, che si terrà ad Amsterdam il 14 giugno.

Il tema di quest’anno sottolinea l’aspetto di “condivisione” e “connessione” tra donatori di sangue e pazienti. Inoltre, è stato adottato lo slogan “Condividi la Vita, dona sangue” per evidenziare il ruolo cruciale del sistema di donazione volontaria nel promuovere la cura reciproca e la coesione comunitaria. Questa giornata rappresenta un’opportunità per ringraziare i donatori per il loro prezioso contributo e per sensibilizzare sull’importanza e il valore della donazione volontaria, non retribuita e periodica, al fine di garantire la qualità, la sicurezza e la disponibilità delle cure mediche. Le trasfusioni di sangue e dei suoi componenti – ricordiamo- salvano milioni di vite ogni anno, migliorano la qualità della vita per chi soffre di malattie croniche e sono indispensabili per procedure mediche e chirurgiche complesse, oltre a essere fondamentali in caso di disastri naturali o causati dall’uomo.

Per la prima volta da almeno dieci anni per i donatori compresi nella fascia d’età tra i 18 e i 45 anni si è riscontrato un aumento di circa 7mila unità rispetto all’anno precedente. Nel mese di agosto, in particolare, periodo nel quale di regola si acutizza l’esigenza di sangue, nessuna Regione ha avuto bisogno di richiedere sangue, nemmeno quelle storicamente più bisognose.(1)

Il risultato, sicuramente positivo, rientra, però, in una tendenza ultradecennale all’invecchiamento della popolazione. È necessario quindi promuovere costantemente il valore e l’importanza della donazione volontaria del sangue nella popolazione e soprattutto nei confronti dei giovani.

(1) https://www.salute.gov.it/portale/news/p3_2_6_1_1.jsplingua=italiano&menu=campagne&p=dacampagne&id=186#:~:text=Dal%202004%2C%20il%2014%20giugno,quanti%20necessitano%20di%20trasfusioni%20sicure.