Home Attualità Domenica 12 novembre 2023. 12 novembre – Giornata del ricordo dei Caduti...

Domenica 12 novembre 2023. 12 novembre – Giornata del ricordo dei Caduti militari e civili nelle missioni internazionali per la pace. 20° anniversario dell’attentato di Nassiriya

45

Giornata del Ricordo dei Caduti Militari e Civili nelle Missioni Internazionali per la Pace. 20^ Anniversario della strage di Nassiriya .

Oggi domenica 12 novembre  è  un tocco solenne che ci richiama a riflettere, a commemorare e a onorare il sacrificio di coloro che hanno dato la propria vita nelle missioni internazionali per la pace. È la Giornata del Ricordo dei Caduti militari e civili, istituita in memoria della tragica strage di Nassiriya, avvenuta esattamente il 12 novembre 2003, un evento che ha segnato profondamente il cuore dell’Italia.

Nel corso della missione di pace in Iraq, un attentato ha spezzato le vite di 28 esseri umani, tra cui 12 Carabinieri, 5 militari dell’Esercito e 2 civili italiani. Questi uomini e donne non erano solo numeri o nomi su una lista. Erano figli, figlie, fratelli, sorelle, amici e colleghi. Erano coloro che hanno scelto di servire, di mettere il proprio impegno e sacrificio al servizio di una causa più grande: la pace.

Questa ricorrenza non dovrebbe essere solo un momento di tristezza e lutto, ma un’opportunità per rinnovare  l’ impegno verso valori fondamentali. Dovremmo far sì che le loro memorie non siano solo un ricordo, ma una guida per il nostro futuro.

Le istituzioni, in generale, ma soprattutto quelle scolastiche giocano un ruolo cruciale in questo processo. La Giornata del Ricordo dovrebbe essere un’occasione per coinvolgere attivamente gli studenti, anche se coincide con la domenica, giorno di riposo, in riflessioni sul significato di cittadinanza, democrazia e libertà. È un momento in cui si può insegnare e apprendere non solo la storia di queste missioni, ma soprattutto i valori umani e morali che esse rappresentano.

L’importanza della partecipazione dell’Italia in queste missioni non è solo un fatto di sicurezza internazionale, ma è la manifestazione tangibile dell’ impegno per un mondo in cui il dialogo e la comprensione prevalgono sulle divisioni e il conflitto. È un’occasione per promuovere il rispetto della diversità e la coesistenza pacifica tra le nazioni.

In questo giorno, dovremmo guardare indietro con gratitudine e rispetto per coloro che hanno sacrificato tutto per un ideale più grande. Dovremmo guardare avanti con l’impegno di costruire un mondo in cui il loro sacrificio non sia stato vano, un mondo in cui la pace sia un obiettivo condiviso e la comprensione reciproca sia la risorsa corrente delle relazioni internazionali.

La Giornata del Ricordo dei Caduti militari e civili nelle missioni internazionali per la pace non dovrebbe essere solo un giorno nel calendario. Dovrebbe essere un impegno quotidiano, un costante richiamo ai valori che ci rendono umani, responsabili e solidali. Che il loro sacrificio continui a ispirare azioni di pace, che le loro memorie continuino a vivere in un mondo che costruiamo ogni giorno.