Home Attualità Docente firma il contratto vestita in abito bianco e con il velo....

Docente firma il contratto vestita in abito bianco e con il velo. Il post diventa virale

13

Un’immagine che ha fatto il giro del web: una giovane docente precaria di matematica firma il contratto di supplenza all’istituto Ettore Majorana di Martina Franca in abito bianco, poco prima di andare in chiesa per il suo matrimonio. Ha fatto subito il giro del web ed è diventato virale  il post della supplente di Matematica che vestita in abito bianco e con il velo, seduta ad una scrivania dell’istituto   firma il contratto annuale di supplenza.

Credits © I.I.S.S Majorana Martina Franca

 L’immagine pubblicata sulla pagina Facebook dell’istituto  tarantino, è stata ripresa dai  social, registrando una  miriadi di commenti e messaggi di auguri per la nomina avvenuta proprio in concomitanza  del   giorno delle nozze. La  foto della docente scattata mentre firma il contratto ha scaturito una serie di interrogativi e riflessioni  sulle condizioni del precariato della scuola.

Ne abbiamo viste tante nella scuola – si legge nel post pubblicato dalla scuola superiore – ma una così mai. Una nuova collega, almeno per quest’anno, doveva firmare l’assegnazione dell’incarico annuale per la disciplina di Matematica, aveva un impegno molto importante ma ha trovato il modo di venire comunque a scuola. Auguri Carmela, sei già entrata nei nostri cuori”.

Una foto tristissima” è uno dei tanti  commenti.  L’immagine  dimostra cosa deve sopportare un precario per poter mantenere il proprio posto di lavoro“, scrive un follower.

È “una delle colleghe più eleganti nel giorno della presa di servizio. Tanti auguri a questa collega per entrambe le avventure”, ribatte un altro.L’ l’istituto superiore Ettore Majorana di Martina Franca ha specificato, successivamente,  che la convocazione della docente precaria di Matematica nel giorno del matrimonio non era motivata, come indicato inizialmente, per “l’assegnazione dell’incarico annuale“, ma da “una presa di servizio in esito ad una nomina annuale“.