Home Attualità Commissariamento del Comune di Piane Crati, Michele Ambroggio parla ai cittadini

Commissariamento del Comune di Piane Crati, Michele Ambroggio parla ai cittadini

19
È un fiume in piena e non risparmia pesanti critiche nei confronti dei consiglieri che, dimettendosi, hanno determinato il commissariamento del comune. Michele Ambroggio, sindaco uscente, parla all’assemblea dei cittadini da lui stesso convocata in un noto albergo del paese, per raccontare la sua verità e le sofferenze patite in quest’ultimo periodo amministrativo. Elenca i risultati conseguiti durante la pur breve legislatura, mentre altri – ha sostenuto- se ne stavano al bar a chiacchierare. Le sofferenze – continua Ambroggio- si sono subito manifestate, e si sono protratte fino alla data in cui si è consumato il tradimento alle mie spalle.Il locale è colmo di cittadini che ascoltano in silenzio   il discorso di Michele Ambroggio. eletto Sindaco del Sindaco solo  qualche anno addietro. il quale chiarisce anche la sua posizione politica assunta alle ultime elezioni regionali.  Ho firmato – ha detto- per sostenere  la lista di Mario Oliverio. Non ho votato, e l’ho detto pubblicamente,  Pippo  Callipo in quanto non  lo   riconosco come uomo di sinistra. Questa volta è prevalso l’affetto – ha sostenuto Ambroggio-. Il riferimento era chiaramente rivolto  alla moglie del nipote, candidata  nelle liste della Presidente Jole Santelli.

Il sindaco uscente ha rivolto parole molto dure nei confronti dei quattro componenti della maggioranza che, insieme ad altri due consiglieri dell’opposizione, hanno sottoscritto davanti ad un notaio le dimissioni, determinando, di fatto, il commissariamento del comune. Un atto definito grave, “che mortifica la democrazia e la comunità”.

Ambroggio ha risposto alle domande poste del giornalista che ha coordinato  i lavori. All’assemblea  hanno partecipato numerosi amministratori  della zona.