Home Attualità Sempre più comuni del Savuto senza minoranza consiliare: un fenomeno...

Sempre più comuni del Savuto senza minoranza consiliare: un fenomeno preoccupante per la democrazia locale.

43

Nel contesto del Savuto, si osserva un crescente fenomeno di disimpegno verso le elezioni amministrative, che si manifesta in una sempre maggiore difficoltà nella formazione delle liste dei candidati e nella scomparsa delle minoranze in molti comuni. Questo fenomeno rappresenta un grave rischio per la democrazia locale e per la rappresentanza di tutti i cittadini. In assenza di una adeguata rappresentanza delle minoranze, le decisioni prese dai consigli comunali possono essere parziali e non tener conto delle esigenze e dei bisogni di tutti i cittadini, generando delusione ed esclusione.

Le cause di questo fenomeno sono multiple: disaffezione verso il bene comune e verso le istituzioni , processi di invecchiamento delle comunità locali, spopolamento dei borghi, emigrazione, crollo demografico  e crollo delle nascite incidono sulle elezioni amministrative e sulla composizione stessa delle liste dei candidati.   A questi motivi si aggiunge  lo scarso interesse politico dei cittadini, sempre più distanti dalla vita istituzionale e associativa.

La soluzione al fenomeno registrato richiede un intervento culturale, sociale e politico. Promuovere il senso di appartenenza alla comunità e lavorare per la sua crescita, rinunciando ai propri egoismi personali e di gruppo, rispettando i valori che esprimono le minoranze, costituisce un incentivo per partecipare alle elezioni amministrative, per mettere a disposizione le proprie competenze al servizio della comunità.  La partecipazione attiva dei cittadini può essere incentivata attraverso varie iniziative  che riguardano  l’organizzazione di attività di co-progettazione. Coinvolgere le scuole locali in attività di educazione civica e sensibilizzazione sulle elezioni comunali rappresenta un altro valido contributo.

È importante favorire la partecipazione delle minoranze, rispettando la loro identità di genere, e creare comitati cittadini per promuovere e realizzare progetti locali. Inoltre, la collaborazione tra i paesi vicini e la fusione dei comuni possono contribuire a garantire una rappresentanza plurale  in consiglio comunale.

Infine, la formazione politica-amministrativa rappresenta un altro tassello essenziale per invertire questa tendenza. Un’amministrazione trasparente e orientata ai principi di onestà e rispetto delle diverse identità può rilanciare e valorizzare la politica locale, al fine di servire davvero i cittadini e il bene comune. Il problema dell’assenza dei gruppi di minoranza nei consigli comunali del Savuto e non solo, in sintesi,  è un fenomeno molto preoccupante, poiché mette in discussione il funzionamento stesso  della democrazia locale e la rappresentanza di tutti i cittadini. Senza una adeguata rappresentanza delle minoranze, infatti, le decisioni prese dai consigli comunali rischiano di essere parziali e di non tener conto delle esigenze e dei bisogni di tutti i cittadini, causando delusione e esclusione.

Le  minoranze rappresentano un’importante espressione del pluralismo democratico, in quanto offrono diverse prospettive e opinioni sulle questioni locali. Senza di esse, il consiglio comunale potrebbe non riflettere pienamente la diversità e la complessità della comunità locale.

Il loro ruolo è quindi importante nella realizzazione della democrazia locale, perché offrono la possibilità di una rappresentanza più equilibrata e inclusiva, promuovendo il dialogo e la partecipazione democratica. E’ dunque essenziale la sua presenza  per garantire una piena democrazia locale. Il  suo  contributo arricchisce il dibattito pubblico e promuove la trasparenza e l’accountability delle istituzioni locali.

In conclusione, le minoranze rappresentano una componente necessaria della democrazia locale, essendo il sale della democrazia e la garanzia di una rappresentanza equilibrata delle diverse opinioni e prospettive all’interno del consiglio comunale. La loro presenza dovrebbe essere promossa, incentivata  e protetta, in ogni sede educativa e formativa,  modo da assicurare una piena partecipazione democratica a tutti i membri della comunità locale (Fg)