Home Attualità Calabria: liste chiuse, ecco chi c’è in campo per Cosenza

Calabria: liste chiuse, ecco chi c’è in campo per Cosenza

44

Con l’avvenuto  deposito negli uffici della Corte d’appello diCatanzaro  delle candidature a Governatore e le liste dei candidati   si conclude la fase propedeutica delle  consultazioni elettorali regionali.  Gli elettori calabresi saranno chiamati alle urne il prossimo 26 gennaio per scegliere il proprio governatore regionale ed i rispettivi consiglieri  che andranno ad occupare gli  scranni del palazzo Campanella. Gli elettori calabresi avranno la possibilità di  esprimere  la propria preferenza verso uno dei quattro candidati  proposti dalle rispettive coalizioni e  movimenti. Si tratta di Jole Santelli per il centrodestra, Pippo Callipo  con la sua “ io resto in Calabria” e il sostegno del centrosinistra, di  Francesco Aiello con il M5S e di Carlo Tansi con proprie liste civiche.

Le liste invece che concorreranno alla conquista degli scranni di palazzo Campanella saranno quindici.

All’indomani degli adempimenti politici e amministrativi si registrano, come consueto,  dichiarazioni diverse da parte di singoli  e gruppi  in cui si colgono, soddisfazioni, amarezze e delusioni. Gli strumenti attraverso i quali si veicoli il proprio pensiero sono diversi. I social, la rete in generale è lo strumento più utilizzato da cui cogliere gli stati d’animo dei candidati,  dei mancati candidati ma anche di singoli rappresentanti di  associazioni e gruppi politici.

Riportarli tutti è impossibile per motivi di spazio.

Certamente le dichiarazioni  più attenzionate dagli osservatori politici calabresi e non solo sono state quelle rese dei due Mario , Occhiuto e Oliverio,  rispettivamente del centro destra e del centro sinistra che hanno tenuto i propri FANS con il fiato sospeso fino all’ultimo istante per poi decidere e annunciare il ritiro dalla competizione.  Medesima considerazione per la candidatura a Presidente della regione da parte di Giuseppe Nucera ( La Calabria che Vogliamo)  e di Francesco De Lieto (Codacons).

Ha fatto discutere  e continuano a far discutere ancora la mancata presenza nelle liste di diversi esponenti che per motivazioni diverse non hanno trovato posto nelle liste, così come fa discutere il  passaggio avvenuto  da qualche consigliere regionale da uno schieramento all’altro.

Tra gli assenti per il centro destra  di Cosenza si nota il nome di Piercarlo Chiappetta nonché dei consiglieri  comunali della città Bruzia,  Granata e di Bruno. Mentre tra i candidati della lista Santelli Presidente compare il nominativo di Pieluigi Caputo ( presidente del consiglio comunale) e di Rosaria Succurro. Ancora si individuano i  nominativi di franco Sergio e mauro D’Acri ( eletti cinque anni addietro nelle liste di Mario Oliverio).

Gianluco Gallo, consigliere uscente e coordinatore provinciale di F.I.  capeggerà la sua lista. Tenterà la scalata anche Luigino de Rose.   In forza Italia troviamo anche il nominativo di Michelangelo Spataro e Carmelo Salerno. E ancora nella lista della Lega  emerge la candidatura di Pietro Molinaro, al suo debutto come candidato. Molinaro proviene dalle file della Coldiretti dove ha ricoperto per diversi anni l’incarico di Presidente regionale. Nella stessa lista si trova il nominativo di Leo Battaglia di Castrovillari.

La lista della casa delle Libertà ospita al primo posto Pino Gentile, alla sua  sesta legislatura, concorrerà per conquistare la settima. Nella stessa lista spicca il nome di Roberto Senise e di Carlo Salvo.