Home Attualità Calabria, giro di vite sulle restrizioni

Calabria, giro di vite sulle restrizioni

37

Con l’ordinanza n. 79 del 23 ottobre 2020, il Vice Presidente Antonino Spirlì,  sospende le  attività scolastiche secondarie di secondo grado dal 26 ottobre 2020. L’ordinanza prevede la  sospensione, in presenza e con possibilità di attivare la didattica digitale integrata, le attività didattiche presso gli atenei universitari, fatte salve le lezioni e le attività che devono essere necessariamente svolte in presenza fisica. Dalla mezzanotte del 24 ottobre stop anche agli spostamenti su tutto il territorio regionale, dalle ore 24 alle ore 5 del giorno successivo. Divieto, inoltre,  agli accompagnatori dei pazienti di permanere nelle sale di attesa dei dipartimenti emergenze e accettazione e dei Pronto soccorso; accesso di parenti e visitatori a strutture di ospitalità e lungo degenza, residenze sanitarie assistite (rsa), hospice, strutture riabilitative e strutture residenziali per anziani, autosufficienti e non, limitata ai soli casi indicati dalla direzione sanitaria della struttura, che è tenuta ad adottare le misure necessarie a prevenire possibili trasmissioni di infezione.

E’ disposto l’obbligo sull’intero territorio regionale di avere sempre con sé dispositivi di protezione delle vie respiratorie, nonché l’obbligo di indossarli nei luoghi al chiuso  diverse dalle abitazioni private e in tutti i luoghi allìaperto. Nell’ordinanza sono elencato i soggetti esentati dall’obbligo. E’ confermato il divieto assoluto di assembramento, il rispetto delle misure di distanziamento.

Non sono consentiti spostamenti su tutto il territorio regionale  dalle ore 24 alle ore 5.00 del giorno successivo.

Sono queste le principali misure contenute nell’ordinanza firmata dal presidente facente funzioni Nino Spirlì, che dovranno essere osservate fino 13 novembre 2020, per la prevenzione e la gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.

L’ordinanza, sottoscritta dal delegato del soggetto attuatore Antonio Belcastro, di fatto aggiorna le disposizioni regionali dell’ordinanza n. 73/2020 ai sensi dell’art. 1 comma 2 lettera a) del decreto legge n. 125 del 7 ottobre 2020 e riprende le informazioni a anticipate dal V. Presidente attraverso il canale W.