Home Attualità Calabria e Webuild: Formazione e Occupazione nel Settore Infrastrutturale – Il Lancio...

Calabria e Webuild: Formazione e Occupazione nel Settore Infrastrutturale – Il Lancio della Scuola per Giovani e Disoccupati

49

REGIONE CALABRIA E WEBUILD: PARTE LA SCUOLA PER FORMAZIONE E OCCUPAZIONE DI GIOVANI E DISOCCUPATI NEL SETTORE INFRASTRUTTUR

Il presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto, l’amministratore delegato del Gruppo Webuild, Pietro Salini, e l’assessore al Lavoro e alla formazione professionale, Giovanni Calabrese, hanno dato il benvenuto ai primi 45 corsisti, selezionati in occasione del “Recruiting day” dello scorso 27 marzo a cui hanno partecipato 300 persone, che frequenteranno, per due settimane e per un totale di 120 ore, nei locali individuati nella sede di Germaneto, i percorsi di formazione professionale, con successiva assunzione, per operatori, tecnici e professionisti, da inserire nel settore della costruzione di grandi infrastrutture con il programma “Cantiere Lavoro Italia”.

Il Recruiting Day, in collaborazione con Randstad e Adecco, è stato rivolto in prevalenza a tutti coloro che sono attualmente in stato di disoccupazione e desiderano intraprendere un percorso di ricollocazione nel settore edilizio. I 45 ragazzi sono tutti calabresi, per il 69% sono under 30 e l’82% di loro è in possesso di un diploma, il 43% con esperienza pregressa.

Il percorso di formazione preparerà a ricoprire le mansioni di operatore multifunzione TBM (scavo meccanizzato), aiutante elettricista TBM (scavo meccanizzato), aiutante elettricista (scavo tradizionale), aiutante escavatorista (scavo tradizionale), aiutante lancista (scavo tradizionale). I corsisti saranno, inoltre, affiancati a dei lavoratori esperti per una formazione sul campo e la durata totale sarà di circa sei mesi.

Occhiuto e Salini si sono rivolti ai giovani augurando loro buon lavoro “con l’auspico che un giorno qualcuno di loro possa diventare presidente della Regione Calabria o amministratore delegato della Webuild”.

“Sono davvero molto contento – ha affermato il presidente Occhiuto – perché dopo solo qualche settimana da quando ne abbiamo parlato in Calabria con l’amministratore delegato Pietro Salini, oggi, grazie all’impegno di Webuild e della Regione, siamo qui a dare il benvenuto a 45 dei nostri ragazzi, di cui l’80% di loro troverà lavoro in Webuild, che è una delle imprese più importanti al mondo. Per noi è molto importante offrire il nostro contributo e il nostro supporto ad un’azienda come Webuild che darà a questi giovani la possibilità di lavorare vicino casa ma, soprattutto, darà loro l’opportunità di contribuire alla costruzione delle infrastrutture della loro regione. In molti potranno scegliere anche di andare all’estero, perché questa è un’azienda che dà grandi possibilità di carriera, ed è nostro dovere dare a questi giovani la possibilità di entrare in contatto con questa importante realtà. Ci saranno altre iniziative del genere – ha proseguito Occhiuto – perché il programma che la Regione, sotto la guida dell’assessore al lavoro Calabrese e in collaborazione con Webuild, ha preparato prevede altre due occasioni di selezione di personale. A me piacerebbe che Webuild si impegnasse a formare non solo quelli che dovranno lavorare all’interno di questa importante azienda, ma anche tanti altri ragazzi calabresi da impiegare nella costruzione di altre infrastrutture importanti che stanno cominciando a partire in Calabria come, ad esempio, gli ospedali e le opere di elettrificazione della strada ferrata. Noi, rispetto alle altre Regioni del Sud, siamo riusciti a profilare tutti i disoccupati calabresi attraverso il programma Gol, realizzando una banca dati che fornisce alle aziende interessate la possibilità di conoscere quali sono le competenze di tutti i disoccupati della Calabria. Ecco – ha infine sottolineato il presidente Occhiuto – è questo un modo di approcciare i temi delle politiche attive del lavoro. Per tutto questo sono molto contento che oggi il lavoro messo in campo in questi mesi stia dando i primi frutti”.

“Dobbiamo dare un futuro ai nostri giovani – ha spiegato Salini – ed è questo che ci ha spinto a lanciare “Cantiere Lavoro Italia”. Il Gruppo ha già assunto le prime 2.000 persone anche provenienti dai percorsi formativi di Webuild, di cui oltre la metà al Sud, e nei prossimi due anni prevediamo di raggiungere in totale 8.000 assunti nel Mezzogiorno, in gran parte in Calabria e Sicilia. La Calabria è stata tra le prime regioni in cui il Gruppo Webuild ha attivato il percorso di formazione per reclutare manodopera specializzata e l’avvio oggi dei corsi è solo il primo passo operativo del nostro ambizioso programma di formazione e assunzione di giovani e disoccupati. Il comparto infrastrutturale in Italia, dopo anni di stagnazione, sta vivendo una nuova fase espansiva grazie anche agli investimenti del PNRR. Agendo in sinergia con le istituzioni, proprio come stiamo facendo qui in Calabria, possiamo creare occupazione qualificata finalizzata alla realizzazione delle opere in corso e per far fronte al fabbisogno anche futuro legato allo sviluppo infrastrutturale che questo Paese vuole intraprendere”.

L’iniziativa, a cura del Dipartimento regionale al lavoro, è frutto del Protocollo d’Intesa, sottoscritto tra il presidente Occhiuto e l’ad Salini, per promuovere l’attivazione di percorsi di formazione professionale e l’avviamento al lavoro in Calabria di personale specializzato nelle costruzioni di grande infrastrutture.

Fonte: regione calabria