Home Attualità Belsito, il capogruppo di minoranza, Antonio Rossi, risponde alle...

Belsito, il capogruppo di minoranza, Antonio Rossi, risponde alle polemiche della maggioranza definite “sterili” e illustra il lavoro svolto dall’opposizione.

55

Il capogruppo  della minoranza consiliare,   Antonio  Rossi, illustra l’attività svolta dai banchi dall’opposizione e risponde alle polemiche – definite- “sterili” che sarebbero state sollevate   dalla maggioranza in merito ad alcune vicende che hanno caratterizzato la vita politica amministrativa del paese. Il capogruppo consiliare utilizza la pagina social per   rispondere alle accuse rivolte dalla maggioranza  che si trascinano  ancora dopo la  nomina degli scrutatori avvenuta in Commissione elettorale. “ Ribadisco che la nostra proposta era di procedere con sorteggio tra chi non lo avesse mai fatto” evitando di  ricorrere  al metodo della  “ designazione”. Il metodo  utilizzato di assegnare alla maggioranza tre scrutatori effettivi e un componente  alla minoranza è stato declinato dall’opposizione come una vera e propria  “spartizione”, una parola contestata che non sarebbe andata giù alla maggioranza  che avrebbe minacciato azioni legali. Se aver detto che di spartizione di posti si è trattato siamo passibili legalmente – ha ribadito il capogruppo consiliare di minoranza nella nota- me ne assumo in toto la responsabilità. Questi sono i fatti e non altri- chiosa il rappresentante dell’opposizione consiliare.   Il coordinatore del gruppo consiliare di minoranza  risponde ad una serie di  rilievi mossi, peraltro,  dalla  maggioranza attraverso  l’utilizzo dei social, relativamente alle innumerevoli richieste avanzate per ottenere copie degli atti amministrativi, utili per esercitare l’attività di controllo, assegnato per legge ai consiglieri comunali di minoranza e non solo. Il capogruppo di “ Belsito insieme”   puntualizza quella che è stata l’azione del suo gruppo in questi tre mesi che sono trascorsi dal voto del 12 giugno che ha  registrato tra i due candidati a sindaco uno scarto di solo due voti. Un risultato che  dimostra- conclude  l’esponente dell’opposizione-   come  la   comunità sia divisa in due parti uguali e conservi una visione diversa nel modo di concepire la gestione della cosa pubblica.