Home Attualità “Articolo 1 – democratici e Progressisti”. Divampa la polemica sul nome

“Articolo 1 – democratici e Progressisti”. Divampa la polemica sul nome

48

Non ha emesso ancora il suo primo vagito che divampa subito la polemica sul nome attribuito. Nato dalla scissione del PD, il movimento denominato “ Democratici e Progressisti”, portato a battesimo da Speranza, Rossi e Bersani, è già oggetto di controversia.
La contesa parte dalla Calabria, regione che ha ospitato nelle ultime competizioni elettorali del 2014 proprio la lista denominata “Democratici e Progressisti”, nata a sostegno della candidatura a Presidente di Mario Oliverio.
Il nome esiste già ed è stato depositato, con tanto di simbolo, alla Camera nel 2014 a cura dei deputati del PD Ernesto Carbone e Ferdinando Aiello, insieme all’attuale consigliere regionale Giuseppe Giudiceandrea. I tre esponenti hanno fatto sapere che non intendono lasciare l’uso del nome “Democratici e Progressisti” agli scissionisti e starebbero valutando l’ipotesi di avviare azioni legali per difendere la paternità del simbolo.
Dall’altra parte del nuovo movimento, affermano che “Democratici e progressisti” è solo un’abbreviazione e che il nome intero del nuovo soggetto politico è “Articolo 1 – Movimento democratico e progressista”.