Home Attualità 4 giugno – Giornata Internazionale per i bambini innocenti, vittime di aggressioni....

4 giugno – Giornata Internazionale per i bambini innocenti, vittime di aggressioni. Secondo l’OMS nel mondo 3 bambini su 4 hanno subito qualche forma di violenza

49

Il 4 giugno è stata proclamata, dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite, Giornata Internazionale per i bambini innocenti, vittime di aggressioni con Ri.oluzione ES-7/8. L’obiettivo è sensibilizzare e prendere atto del dolore che affligge i bambini in tutto il mondo di abusi fisici, mentali ed emotivi. Un  fenomeno, quello della violenza sui bambini, in continuo aumento, più diffuso di quanto si possa immaginare.  Un fenomeno che  produce  drammatiche e spesso devastanti  conseguenze sulla personalità, sulla  salute dei futuri adulti.

 Decisa nel 1982 durante una sessione speciale sulla questione della Palestina nel corso della quale emerse in tutta la sua drammatica evidenza il numero di bambini vittime della violenza belliche, la commemorazione oggi, in presenza del conflitto in Ucraina, in presenza di tante sofferenze umane, di violenze e assurdità, è ancor di più sentita dalle coscienze collettive dedite a diffondere la cultura della Pace, dei diritti umani, allo sviluppo economico e sociale sostenibile, al rispetto dei diritti umani,  per l’ uguaglianza fra uomini e donne; per la partecipazione democratica; per la conoscenza, tolleranza e solidarietà; per la comunicazione partecipativa e il  libero flusso di informazioni e di conoscenze.  L’odierna ricorrenza può essere collegata   con il Decennio Internazionale della Pace e della non violenza per i bambini del mondo, proclamato dall’Assemblea Generale dell’ONU per il periodo 2001-2010. Per questo periodo l’UNESCO ha avuto l’incarico dall’Assemblea Generale di attivare iniziative per promuovere una cultura di pace e di non-violenza. Nel documento contenente le motivazioni Nelle motivazioni ,  al momento dell’istituzione del Decennio, vengono ricordati  gli enormi danni e sofferenze causati ai bambini attraverso varie forme di violenza, ad ogni livello sociale ed in tutto il mondo. Compito principale delle Nazioni Unite “…salvare le future generazioni dal flagello della guerra” (dalla Carta dell’ONU, 1945) attraverso la scelta di valori, atteggiamenti e comportamenti ispirati al rispetto per i diritti umani, all’interazione dialogica sociale ed in generale alla condivisione dei principi riguardanti i diritti fondamentali della persona.. L’Assemblea Generale, nel documento di proclamazione del Decennio, con la Risoluzione 53/243 B, paras.9-16, ha individuato le seguenti azioni necessarie per la transizione verso una cultura di pace e non-violenza.