Home Attualità Coronavirus, ordinanze sindacali diverse per tutelare la salute dei cittadini.

Coronavirus, ordinanze sindacali diverse per tutelare la salute dei cittadini.

15

ll sindaco di Cellole , provincia di Caserta, estende coprifuoco per i minorenni: divieto di uscire da soli dalle 18.
Il sindaco di Volturara Irpinia, invece, ordina il lockdown per gli Over 70.

Il Comune di Cellole (Caserta) estende il coprifuoco per i minorenni: non potranno uscire di casa, se non accompagnati, dalle 18 alle 23, orario in cui scatta il divieto per tutti imposto dalla Regione Campania. Lo ha deciso il sindaco Guido Di Leone il quale ha disposto un coprifuoco ancora più rigido per i minori di 18 anni che non potranno uscire, quindi,  di casa nella fascia oraria individuata  se non accompagnati da un adulto.

Esaminando altre ordinanze sindacali, notiamo invece, che a fare le spese  dei divieti sono i settantenni .

La Sindaca di Volturara Irpina Nadia Manganaro,   intervistata a La Vita in diretta, spiega i motivi che hanno portato ad emettere l’ordinanza con la quale sarà vietato lo spostamento sul territorio comunale, se non per comprovati motivi di salute e necessità, a tutte le persone di età superiore a 70 anni e a tutti coloro affetti da patologie respiratorie.
Dalla stampa si apprende, ancora, che un altro Sindaco, invece, estende il coprifuoco per i minorenni: divieto di uscire da soli dalle 18.

I Sindaci quando vogliono, come si nota dalle ordinanze emesse in questo periodo di pandemia,  esercitano il loro potere contemplato dalle leggi e dalle norme stabilite dai rispettivi statuti comunali.
Le ordinanze ed i provvedimenti adottati sono diverse e le piú disparate come dimostrano gli atti emanati,  ripresi dalla stampa nazionale e commentati nei diversi salotti delle emittente pubbliche e private. I Comuni, dotati di autonomia,  esercitano così  le  funzioni  ed i compiti  individuati attraverso lo Statuto e le leggi ,  in armonia con la Costituzione e con i principi generali in materia di organizzazione pubblica.