Home Attualità 21 dicembre 2022 c’è il cambio di stagione. Si chiude l’autunno ed...

21 dicembre 2022 c’è il cambio di stagione. Si chiude l’autunno ed entra l’inverno.

65

 Il tutto in coincidenza con il solstizio d’inverno che nel nostro emisfero settentrionale cade il giorno di martedì 21 dicembre 2022.  Il 21 dicembre si registreranno soltanto  8 ore e 46 minuti di luce solare.  Mercoledì, quindi, 21 dicembre, sarà il giorno più corto dell’anno per quanto concerne le ore di luce fruibili.  Cosa si intende per solstizio d’inverno? Cosa succede il giorno del solstizio d’inverno? Come si festeggia il solstizio d’inverno? Cosa determina il solstizio?  Di fronte ad un tema così affascinante che accompagna il moto terrestre ,  nascono diverse domande  alle quali cerchiamo di fornire una risposta. Il solstizio d’inverno, come accennato,  segna anche l’inizio ufficiale dell’inverno astronomico (da non confondere con l’inverno meteorologico che inizia circa tre settimane prima). Il solstizio d’inverno si verifica nel momento esatto in cui un emisfero è inclinato il più lontano possibile dal Sole. In questo momento, il Polo Nord della Terra è lontano dal Sole che si trova più a sud, dando vita così al giorno più corto dell’anno, ovvero quello con meno luce solare.

Dopo il giorno più corto, le giornate iniziano ad allungarsi e le notti si accorciano sempre di più fino a raggiungere gli equinozi di primavera e successivamente il solstizio d’estate. Il solstizio d’inverno si verifica una volta all’anno in ogni emisfero: a dicembre nell’emisfero settentrionale e a giugno in quello australe. Quando un emisfero sta vivendo il solstizio d’inverno, l’altro sta vivendo contemporaneamente il solstizio d’estate.

La parola ‘solstizio’ deriva dal latino solstitium composta dalla parola sol che significa “sole”, e stitium – che significa “fermo”. Quindi solstizio significa “il sole si ferma”, proprio ad indicare come in questo giorno il movimento apparente del percorso del Sole sembri fermarsi in cielo nel suo punto più meridionale.

Il solstizio d’inverno ha un significato anche culturale nelle civiltà di tutto il mondo dai tempi antichi fino ad oggi. Svariate usanze, tradizioni, simboli e rituali associati al cambiamento delle stagioni nelle antiche culture pagane si sono sovrapposte a quelle del Natale come ad esempio la celebrazione dei Saturnali nell’antica Roma che si tenevano a metà dicembre in onore di Saturno, il dio romano dell’agricoltura e del raccolto, ed era caratterizzato dall’inversione del consueto ordine sociale, gli schiavi non lavoravano e per breve tempo venivano trattati da pari a pari, tutte le faide e le contese venivano interrotte e c’erano giochi, feste e doni che andavano avanti per diversi giorni.

Cosa succede il giorno del solstizio d’inverno? Come ogni anno, col solstizio d’inverno, tra il 21 e il 22 dicembre inizierà “ufficialmente” l’inverno con tutto (speriamo vista la siccità estiva) il suo carico di neve, piogge e temperature rigide. L’aspetto positivo è che le ore di luce tenderanno ad aumentare proprio dal 21 Dicembre.
Come si festeggia il solstizio d’inverno? La festa segna l’inizio del periodo natalizio con una processione di giovani donne in vesti bianche, fasce rosse e ghirlande di candele sulle teste, illuminando la strada contro il buio dell’inverno. Tradizionalmente vengono serviti anche gingersnaps, panini allo zafferano e biscotti al burro.