Home Attualità Giovedì 20 ottobre 2022, Giornata mondiale dell’osteoporosi. L’importanza della salute delle ossa....

Giovedì 20 ottobre 2022, Giornata mondiale dell’osteoporosi. L’importanza della salute delle ossa. Si calcola che una donna su tre e un uomo su cinque di età pari o superiore a 50 anni subiscano una frattura da fragilità dovuta all’osteoporosi nel corso della loro vita.

59

L’iniziativa mondiale è  organizzata dall’International Osteoporosis Foundation (IOF) e che dal 1996 è rivolta a sensibilizzare sull’importanza della salute delle ossa. Oggi giovedì 20 ottobre 2022 si celebra, infatti,  la Giornata Mondiale dell’Osteoporosi (World Osteoporosis Day – WOD). L’obiettivo è quello di inserire la salute delle ossa e la prevenzione delle fratture nell’agenda sanitaria mondiale. Si tratta di una  campagna annuale dedicata alla sensibilizzazione globale sulla prevenzione, la diagnosi e il trattamento dell’osteoporosi e delle malattie muscoloscheletriche correlate. Il tema proposto per questa edizione  è “farsi avanti per la salute delle ossa“, perché la prevenzione può davvero salvare la vita! È importante che chi è a rischio di osteoporosi e, di conseguenza, di fratture, abbia accesso tempestivo alle cure, per la diagnosi e il trattamento, compresa l’assistenza post-frattura.  In tutto il mondo, milioni di persone  sono ad alto rischio di fratture. Si conta che una donna su tre e un uomo su cinque di età pari o superiore a 50 anni subiscano  una frattura da fragilità dovuta all’osteoporosi nel corso della loro vita. In base alla definizione di osteoporosi dell’OMS,  si stima che circa 500 milioni di uomini e donne in tutto il mondo possano essere affetti da osteoporosi.

Cos’è l’osteoporosi?

Osteoporosi significa letteralmente “osso poroso“. È una condizione in cui le ossa si assottigliano e perdono forza, poiché diventano meno dense e la loro qualità si riduce. Questo può portare alla rottura, che provoca dolore e disabilità. La rottura delle ossa dovuta all’osteoporosi può cambiare la vita, con un grave impatto sulla sua qualità, sulla mobilità e sull’indipendenza. L’osteoporosi è spesso chiamata “malattia silenziosa” perché la maggior parte delle persone non sa di esserne affetta finché non si rompe un osso in seguito a una caduta o a un urto di lieve entità (la cosiddetta frattura da fragilità).

E’ importante, quindi, praticare la prevenzione e uno stile di vita sano  per  tutelare e difendere  il nostro apparato osseo,  riducendo notevolmente il rischio di fratture nel corso della propria vita. Si consiglia sempre di rivolgersi al proprio medico di famiglia e alle strutture sanitarie  per ottenere informazioni importanti per la diagnosi ed eventualmente la definizione della cura.