Home Attualità Roma: una Giornata di Onore e Memoria per l’ANPCI e i Piccoli...

Roma: una Giornata di Onore e Memoria per l’ANPCI e i Piccoli Comuni d’Italia

155

Ieri a Roma si sono svolte due rilevanti manifestazioni che hanno  sottolineato  il ruolo cruciale dell’Associazione Nazionale Piccoli Comuni  d’Italia (ANPCI) nell’ambito culturale e istituzionale del Paese. La giornata è stata inaugurata con la presentazione del Volume delle opere vincitrici e di quelle insignite di menzione speciale del Premio Letterario Nazionale Piccoli Comuni d’Italia. Questo evento è stato un omaggio alla memoria di due figure straordinarie, Nazzareno Tacconi e Antonio Filardi, entrambi considerati pilastri significativi dell’ANPCI, recentemente scomparsi. La magnifica Sala Nassirya del Senato della Repubblica ha ospitato questa cerimonia, un luogo intriso di storia e simbolismo. Alla cerimonia hanno partecipato rappresentanti delle istituzioni nazionali, autori e poeti dei testi premiati e delle menzioni speciali. La Presidente dell’ANPCI, Franca Biglio, visibilmente commossa, ha iniziato la cerimonia con un momento di silenzio in onore di Tacconi e Filardi, mentre lo schermo proiettava le immagini di questi due storici dirigenti dell’Anpci, più volte alla guida dei rispettivi comuni di residenza, strenui difensori delle autonomie locali e delle istituzioni di prossimità.  L’inno di Mameli ha poi aperto i discorsi, con interventi della Presidente Biglio e dei senatori Dario Damiani, Domenico Matera e Francesca Tubetti, mentre il senatore Marco Perosino ha coordinato l’evento.

Il Presidente della Giuria del Premio, il Professor Francesco Garofalo, ha reso omaggio a Tacconi e Filardi, sottolineando le loro eccezionali qualità umane e il loro contributo all’ANPCI e alle istituzioni. Il Professor Garofalo ha dichiarato: “Nazzareno e Tonino saranno sempre nei cuori degli amministratori dell’ANPCI e delle loro comunità, poiché le loro influenze positivamente segnano ogni giorno i nostri pensieri.”

Le motivazioni della Giuria nella scelta delle opere vincitrici sono state illustrate dal Professor Eugenio Gallo, membro della Giuria, mentre la dottoressa Ida Paola Cerenzia, segretaria e membro della Giuria, ha presentato l’organizzazione e la gestione del Premio. Enrico Vignati, anch’egli membro della Giuria, ha discusso del valore delle opere ispirate ai Piccoli Comuni, mentre l’avvocato Zaccaria Spina, altro componente della Giuria, ha sottolineato l’importanza del Premio nella promozione degli Enti locali e territoriali. Lo scrittore Zaccaria Spina, membro della Giuria, ha esaminato il contributo del Premio allo sviluppo socio-culturale dei comprensori, e il Professor Renato Pellegrino, membro della Giuria, ha affrontato il tema della Letteratura e dell’identità dei Piccoli Comuni.

Questo entusiasmante evento culturale è stato organizzato dall’ANPCI, in collaborazione con la Giuria del Premio Letterario Nazionale e la Casa Editrice “Pecore Nere,” sottolineando il legame tra il Premio e le istituzioni centrali del Paese. La pubblicazione delle opere vincitrici – come è stato ribadito da più parti – celebra non solo il talento letterario dei Piccoli Comuni d’Italia, ma rafforza anche l’unione tra la cultura locale e nazionale. Inoltre, il Gruppo Costumi Tradizionali Bisiachi, recentemente insignito della medaglia d’oro del Presidente della Repubblica,  ha partecipato alla cerimonia, rappresentato dalla vincitrice  del Premio Nazionale,   Brumat, dimostrando ancora una volta il valore che assume il Premio per la promozione della cultura locale.

Nel pomeriggio, presso la sede regionale della regione Campania, si è tenuta la prima riunione del neo-eletto Direttivo Nazionale, guidata dalla Presidente Franca Biglio. Il Direttivo ha definito le linee guida per rafforzare il ruolo delle istituzioni locali dei Piccoli Comuni, tra cui la creazione del gruppo operativo ANPCI Giovani Sindaci attivo nel Direttivo ANPCI Nazionale. Questo gruppo si riunirà presto per pianificare ulteriori iniziative a favore dei Piccoli Comuni d’Italia.

Le straordinarie iniziative dell’ANPCI di ieri  tenutesi a Roma, hanno posto in evidenza il valore della cultura e l’importanza dei Piccoli Comuni d’Italia nello sviluppo sociale, culturale ed economico del Paese. Questi eventi dimostrano l’importanza di integrare cultura, letteratura e il ruolo delle istituzioni locali a livello nazionale e locale, rafforzando il ruolo dei Piccoli Comuni come custodi delle tradizioni e delle comunità locali.